Rogo nei pressi della Provinciale Trentola-Ischitella, fumo nero investe l’intero comprensorio

Continuano questi fenomeni criminali che avvelenano ambiente e popolazione. E’ stato chiesto all’Arpac di misurare gli effetti di questo scempio. “Nella pomeriggio di sabato 27 luglio, nei pressi della strada Provinciale Trentola-Ischitella, all’altezza dell’incrocio con la strada Provinciale Santa Maria a Cubito, si è verificato un nuovo rogo, con una densa coltre di fumo nero che ha investito l’intero comprensorio.

I verdi: “Si tratta dell’ennesimo episodio di questo tipo che ci troviamo a denunciare. Il fenomeno delinquenziale dei roghi continua ad avvelenare ambiente e popolazione. In questo caso anche i tanti bagnanti che usano la strada per raggiungere il litorale sono stati costretti a respirare il fumo generato dalla combustione. Un vero e proprio attentato alla salute pubblica”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale del Sole che Ride a Giugliano in Campania Giuseppe D’Alterio. “Abbiamo inviato una nota all’Arpac chiedendo di misurare i livelli di inquinamento dell’etere nella zona in seguito al rogo di ieri. Uno screening necessario per avere una percezione chiara di come questo scempio ha impattato sull’area”.