Roccapiemonte – Diffida e messa in mora per danni subiti dal Canale Consortile di Mercato San Severino

IL COMUNE DI ROCCAPIEMONTE DIFFIDA IL COMUNE DI MERCATO SAN SEVERINO E IL CONSORZIO DI BONIFICA INTEGRALE. SINDACO PAGANO E ASSESSORE FABBRICATORE: “CHIEDIAMO IL RISTORO DEI DANNI SUBITI”

Il Comune di Roccapiemonte ha inviato una nota al Sindaco del Comune di Mercato San Severino e al Commissario Straordinario del Consorzio di Bonifica Integrale del Salerno, con la quale diffida i due enti a mettere immediatamente in sicurezza il Canale Consortile in territorio di Mercato San Severino, in prossimità della SP4 e del viadotto autostradale. Come già comunicato con altra nota, in occasione delle piogge della notte scorsa e della mattinata di oggi si è verificato nuovamente l’allagamento a Roccapiemonte in zona Via Filomena Galdieri e Corso Mario Pagano e delle relative traverse.

La misura è colma. Non è ammissibile, infatti, che nel giro di trenta giorni (il 27 settembre, il 15 e oggi 27 ottobre) si siano verificati tre eventi analoghi che stanno mettendo a dura prova i residenti e le attività commerciali delle zone colpite dall’arrivo di fanghi e detriti, situazione che ha esposto e sta esponendo l’Amministrazione Pagano a costosi interventi di somma urgenza per la rimozione della massa fangosa che, puntualmente, ha invaso strade e proprietà private, senza voler contare il malcontento dei cittadini ed il conseguente danno di immagine derivante dalle mancate attività di manutenzione, non imputabili in alcun modo al Comune di Roccapiemonte. A nulla sono valsi i solleciti effettuati e le precedenti richieste di intervento. Stiamo assistendo, oramai, ad un tedioso quanto poco proficuo rimpallo di responsabilità su chi abbia la competenza ad effettuare i lavori necessari affinché una porzione del territorio di Roccapiemonte non subisca danni in occasione di ogni evento meteorico, anche di modesta entità” scrivono il Sindaco Carmine Pagano e l’Assessore alla Protezione Civile Roberto Fabbricatore.

La nota inviata al Comune di Mercato San Severino e al Consorzio di Bonifica vale quale messa in mora per il ristoro dei danni subiti, di qualsiasi natura ed entità.