# RISPETTA CHI TI AIUTA, la lotta degli infermieri

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

E’ lo slogan che la Federazione Nazionale Ordini delle Professioni Infermieristiche ha adottato, dopo una campagna di sensibilizzazione, partita dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Arezzo per la violenza sugli operatori sanitari a cui va il mio ringraziamento personale. Gli infermieri, da tempo impegnati in prima linea, sono quelli che maggiormente subiscono aggressioni. La violenza è un fenomeno odioso che lede il patto di fiducia tra operatori sanitari e pazienti, crea caos nei pronto soccorso e mette a rischio la continuità delle cure. Da tempo si aspetta l’approvazione della Legge che tutela gli operatori sanitari e non solo i medici come da tempo si sente parlare. La Legge fortemente voluta dall’ex ministro Grillo è già stata approvata all’unanimità al Senato ed è  ferma alla Camera. Da pochi giorni il testo è in esame nelle commissioni Affari Sociali e Giustizia, e per evitare eventuali modifiche che non siano migliorative, vanno ascoltati gli Ordini Professionali e le forze sociali. In Campania e specialmente nel Napoletano, troppi sono gli episodi di aggressioni non ultimo quello del Santobono, è arrivato il momento di dire basta. Bene le nuove Leggi, ma non si può immaginare di militarizzare gli ospedali. 

Da tempo stiamo chiedendo una maggiore integrazione ospedale/territorio, sono cambiati i bisogni di salute, si va verso la cronicità ed è per questo che sempre più si avverte la necessità dell’istituzione dell’infermiere di famiglia/comunità.

Questa figura servirebbe a non ingolfare i pronto soccorso e l’erogazione di cure inappropriate specialmente nei giorni festivi. 

Bisogna sopperire alla carenza cronica degli infermieri, e da qua nasce il mio appello al Governatore De Luca, oramai ci sono le condizioni perché la Campania esca fuori dal commissariamento e finalmente bandire i concorsi. 

Chiediamo ai cittadini, con i quali abbiamo stretto un patto, senso civico e rispetto per chi ti salva la vita.

 

Cosimo Cicia

Presidente OPI Salerno e componente della Federazione Ordini delle Professioni Infermieristiche