Rifiuti, parte l’operazione “risparmio” con l’area ex Fatme

Rifiuti, l’area ex Fatme si avvia ad essere la nuova sede del gruppo che si occuperà della raccolta dei rifiuti. Che sia Consorzio di Bacino Salerno 1 o che sia un altro gruppo.
Sembrerebbe tutto pronto al comune di Pagani per la nuova operazione di “risparmio” messa in campo dagli amministratori di Palazzo San Carlo. L’area dove attualmente c’è lo stabilimento del Consorzio di Bacino Sa1 potrebbe essere lasciata a breve per consentire lo spostamento di tutte le unità (isola ecologica compresa) in una zona che non graverebbe sul Comune in termini d’affitto.
“Il passaggio dovrebbe avvenire a breve nell’area ex Fatme – hanno fatto sapere dall’ufficio ambiente – provvederemo a spostare automezzi, a creare strutture per spogliatoi e quant altro. Porteremo gli automezzi, quindi creeremo un’area parcheggio, e contestualmente anche l’isola ecologica. Lasciando l’attuale ubicazione del Consorzio riusciremo ad abbattere bei costi”
E nell’operazione risparmio c’è anche l’uscita dal Consorzio. “Se vogliamo, non possiamo parlare né di uscita ne di divorzio perché il contratto è scaduto nel 2011 – hanno continuato i responsabili – e da quel momento non è mai stato affrontato per bene l’argomento. Si era capito che la presenza del Consorzio non era ‘giustificata’, fu fatto presente anche ai commissari all’epoca e questo tema è stato affrontato alla prima occasione possibile. Ora si creeranno i Sad con Sarno, San Marzano, San Valentino. Da lì si la possibilità di affidare ad altri il servizio di raccolta. Risparmiando tantissimo: il comune di Pagani spende, attualmente, una cifra esosa che deve coprire anche i ‘costi della politica’. E non va bene”.