Rifiuti illeciti, da Salerno alla Bulgaria

Il termine di 90 giorni per l’importazione, lo sdoganamento o la riesportazione del carico era ormai scaduto. Il destinatario del carico nei documenti è la società Blatsion Ltd. con sede a Sofia, mentre il proprietario è un cittadino macedone, Blazje Ignatov. I suoi due partner sono cittadini italiani. Il mittente del carico, secondo il sito d’informazione ’24 chassa’, sarebbe la società italiana Dentice Pantaleone, con sede ad Avellino. Stando ai dati dichiarati nella rispettiva documentazione, i container da trasporto avrebbero dovuto contenere solo plastica e gomma, ma all’ispezione iniziale e’ emerso che contenevano anche altri tipi di rifiuti come vetro, legno e tessuti. 25 container carichi di balle di rifiuti illegali provenienti dall’Italia sono stati sequestrati oggi nel porto bulgaro di Varna, sul Mar Nero. Secondo la procura della città, il carico è arrivato al porto il 9 ottobre 2019, proveniente da Salerno.