Reperto e rifiuti: le sorprese arrivano dal mare tra Ischia e Procida

1

Due sorprese restituite dal mare lungo l’asse Ischia-Procida. Tra loro profondamente stridenti. Un frigorifero coperto di alghe e foglie è arenato sull’isola più piccola del Golfo di Napoli, Procida appunto. A seguito del ritrovamento è esplosa con veemenza l’indignazione dei cittadini, soprattutto a causa di una foto divulgata attraverso i social. Fermo il disappunto del sindaco Dino Ambrosino, che punta il dito contro quanti fanno del Golfo di Napoli una discarica, di fatto vanificando gli sforzi della stessa comunità nel mantenere pulite tutte le spiagge dell’ isola, anzitutto mediante i soldi della comunità.

Arriva sempre dal mare un’altra sorpresa, questa volta dall’isola di Ischia, dove recentemente è stato ritrovato un ago per cucire, in osso, di circa duemila anni fa. Il ritrovamento è stato possibile soprattutto grazie ai sub della cooperativa Marina di Sant’Anna, sotto la supervisione dell’archeologa subacquea Alessandra Benini.

Il reperto è stato presentato durante il convegno di geoarcheologia inserito nell’ambito della “Settimana del Pianeta Terra”. All’iniziativa hanno partecipato archeologi e professori universitari al fine di dare un contributo per uno studio dettagliato della stratigrafia dell’area archeologica di “Aenaria”, dove è stato rinvenuto l’antico ago.

Maria Pia Della Monica