Ravello – Giardini del Monsignore -svolta la cerimonia di premiazione della IV edizione del Premio Nazionale Pabulum

Nella suggestiva e centralissima location dei Giardini del Monsignore di Ravello si è svolta la cerimonia di premiazione della IV edizione del Premio Nazionale Pabulum.

La finalità pedagogico-scientifica del concorso, unica nel suo genere, è di promuovere il modello alimentare della dieta mediterranea, con le sue positive valenze qualitative, culturali, storiche, istituzionali e territoriali.

L’iniziativa ha ricevuto gli importanti e graditi Patrocini morali del Consiglio Regionale della Campania, dell’Agenzia Regionale per la Promozione del Turismo della Campania, del Comune di Ravello, del Museo Vivente della Dieta Mediterranea, dell’UNPLI Campania, della Federazione Italiana Cuochi, dell’Unione Regionale Cuochi della Campania.
L’evento, ideato ed organizzato organizzato dall’associazione Pabulum, ha registrato un grande successo di pubblico. Dopo i saluti delle socie fondatrici dell’associazione, le dottoresse Katya Tarantino, Graziella Di Grezia e Giulia Corrado, sono seguiti i prestigiosi, interessanti ed approfonditi interventi di Antonio Limone, Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno e Presidente onorario del Premio, Aldo Balestra, vice Redattore capo de “Il Mattino” e di Tony Lucido, Presidente UNPLI Campania.

La presenza di Gennaro Scognamiglio, Presidente Nazionale UNCI Agroalimentare, e di molti rappresentanti della cultura, ha arricchito ulteriormente la manifestazione.
“A nome dell’Associazione Pabulum, – ha precisato nel suo intervento la dott.ssa Katya Tarantino – ho il piacere ed il dovere di ringraziare tutti gli intervenuti. Grazie perché, con la partecipazione, collaborazione e attenzione di tutti, si è potuto realizzare un sogno, che, oggi, finalmente è diventato realtà dopo qualche anno di giusto e legittimo rodaggio. E’ innegabile che rispetto alla scorsa edizione c’è stato un notevole incremento nella partecipazione nella partecipazione al concorso, segno che il messaggio di valorizzazione del mangiare sano sta in effetti passando. Gli Autori ed gli artisti, con il loro stile e la loro originalità, hanno suscitato l’attenzione della giuria tecnica, che ha espresso entusiastici giudizi sull’eccellenza delle opere presentate, e sul valore culturale della tematica del concorso, la Dieta Mediterranea.”

La serata è stata anche all’insegna della cultura e dello spettacolo impreziosita dall’esposizione dei quadri, espressivi ed artistici, di Davide Montuori di cui si segnala la particolarità dell’utilizzo del vino per dipingere, dall’esposizione della scultura, in argilla rossa stampata in 3D, “La vulnerabilità del tempo”, realizzata dallo studio Marsillo Architetti, dal concerto di chitarra classica del giovane e brillante musicista Francesco Emanuele Di Iorio, dalla suggestiva esibizione canora del mezzosoprano Aurora Sperduto e, infine, dal reading poetico organizzato dal Circolo Letterario Anastasiano.

©️Riproduzione Riservata MN24