Pontecagnano/Faiano. Le iniziative dell’Amministrazione Lanzara per il sociale

7

Approvati, infatti, in queste ore, due importanti progetti: il primo legato alla distribuzione del pacco alimentare, il secondo all’utilizzo del volontariato individuale in attività di pubblica utilità.

Presenti sul sito internet del comune, www.comune.pontecagnanofaiano.sa.it, gli avvisi e le modalità di partecipazione alle iniziative.
Nel primo caso, si tratta di Condividere i bisogni per condividere il senso della via, ovverosia della opportunità, per i residenti, di iscriversi all’elenco di famiglie che possano beneficiare, con cadenza mensile, di una scorta di beni di prima necessità.

Centocinquanta i nuclei aventi diritto al pacco, compresi i percettori del Beneficio denominato Reddito di Cittadinanza e/o Pensione di Cittadinanza. Tra le condizioni necessarie per l’ammissione, l’acquisizione della residenza presso il Comune da almeno 12 mesi, un reddito ISEE, in corso di validità, inferiore o pari ad Euro 9.360,00, la mancata ricezione di analogo sussidio da Enti religiosi e/o Associazioni del territorio.

Le domande devono pervenire agli Uffici di competenza entro e non oltre trenta giorni dalla pubblicazione dell’Avviso, reso noto sui canali istituzionali il giorno 26/01/2021.

Nella medesima data sono stati resi noti i criteri di ammissione alla lista dei Volontari in attività di pubblica utilità, un progetto teso a stimolare l’impegno dei cittadini nelle attività di volontariato e favorire l’integrazione sociale.

Svariati gli ambiti in cui gli ammessi potranno prestare servizio per conto dell’ente: sostegno alla popolazione minorile, promozione di iniziative comunali, miglioramento dell’efficacia dei servizi gestiti dal Comune.

Potranno presentare istanza di candidatura i cittadini autosufficienti di entrambi i sessi, aventi un’età compresa tra i 18 ed i 60 anni, residenti a Pontecagnano Faiano, indicando le attività e/o le iniziative per le quali si rendono disponibili.

La domanda dovrà essere corredata dal curriculum vitae dell’interessato, da certificato medico attestante l’idoneità psico-fisica allo svolgimento delle attività che verranno svolte ed inoltrata entro e non oltre venti giorni dalla pubblicazione dell’Avviso.

“La crisi economica conseguenziale a quella sanitaria ha lasciato segni più importanti nelle famiglie, spesso già lacerate da problemi di inoccupazione e precarietà. Il nostro intento è quello di sostenere tali nuclei, portando avanti iniziative che li aiutino concretamente e moralmente, facendoli sentire meno soli.

L’Amministrazione Comunale c’è e continuerà ad esserci. Affiancare chi è in difficoltà è il nostro primo dovere, la ragione ultima per cui abbiamo scelto di guidare la nostra bella e grande comunità”, ha sostenuto il Sindaco Giuseppe Lanzara.

Sempre nell’ottica del supporto alle fasce deboli, il Primo Cittadino inaugurerà domani, in una cerimonia simbolica alla sola presenza dell’Assessore al ramo Rosa Lembo, il Muro della
Gentilezza, punto di raccolta di vestiti ed oggetti per persone impossibilitate ad acquistarne. L’apertura si terrà alle 10.30 presso il Piazzale Centola.