Pontecagnano – Comune nel mirino, “spreco di soldi” per le luminarie natalizie

8

La spesa del Comune di Pontecagnano, retto dal sindaco Giuseppe Lanzara, per le luminarie natalizie viene contestata da Sinistra Italiana e dagli Amici di Beppe Grillo. Infatti i due schieramenti hanno ritenuto dover stigmatizzare la spesa fatta questa Amministrazione per allestire le luminarie di Natale, ritenendo tale spesa Inopportuna, Ingiusta, futile ed effimera.

Con delibera di Giunta comunale, la N 132 del 22 ottobre 2020, all’unanimità l’amministrazione si è impegnata a confermare quanto stabilito nel bilancio 2020 dell’ente, che aveva approntato una spesa di € 90.000,00 per l’affitto di Luminarie, per le Installazioni multimediali ed effetti speciali luminosi da effettuare nel centro (Natale di Luce ) e per le proiezioni visive sulla facciata del municipio con tecnologia Video Mapping (Faville Festival).

Il 30 novembre 2020 è stata pubblicata dal Responsabile del Settore Gabinetto del Sindaco la determinazione di spesa n° 1425 e con un impegno di spesa di € 31.720 per l’installazione delle luminarie.

Sinistra Italiana ritiene che in un contesto di crisi economica prodotta dalla pandemia, sarebbe opportuno utilizzare i soldi pubblici per alleviare lo stato di indigenza di numerose famiglie, bisognose di illuminare la propria casa (e non le strade) con una luce di speranza e di sostegno materiale per rendere meno triste il periodo natalizio.

Riteniamo estremamente inopportuno sprecare danaro pubblico in spese futili ed effimere.
Per questo motivo abbiamo chiesto all’Amministrazione di utilizzare le somme in bilancio, per integrare il fondo per la solidarietà alimentare rifinanziato decreto ristori ter all’art.2, ed emettere “buoni spesa” da donare alle famiglie che hanno evidenti difficoltà economiche al fine di far fronte alle tradizionali spese natalizie, affinché sia Natale per tutti e non solo per l’azienda che ha fornito le luminarie.

La sobrietà e l’attenzione ai bisogni dei cittadini dovrebbero essere le linee guida per una
Amministrazione, e non solo a Natale, per rafforzare il senso di comunità e accorciare la distanza tra cittadini e istituzioni.