Pompei, colpo da 6 mila euro al Bar Gabbiano

Il bandito solitario, oltre ad avere il capo coperto da un casco integrale, ha chiesto alla cassiera di consegnarli i soldi che custodiva nel mobile dietro alla cassa.  Ora gli agenti del locale commissariato di polizia stanno prendendo visione dei filmati delle telecamere interne al bar ma soprattutto stanno guardando quelle dei giorni precedenti perché senza dubbio il bandito è uno che conosceva i movimenti di chi sta alla cassa. E quindi è uno che è stato spesso nel bar e ha studiato il colpo nei dettagli. Quindi attraverso le immagini i poliziotti sperano di trovare elementi utili alle indagini e a risalire all’autore. L’altra pista porta a qualcuno vicino a chi lavora all’interno del bar pasticceria perché solo chi vi ci lavora conosce le abitudini di chi sta alla cassa.