Polizia, nuove spalline sulle divise

Da domani sulle divise degli agenti si sicurezza pubblica facenti capo al Ministero dell’Interno compariranno nuove spalline che cambieranno il look dei gradi della Polizia, che saranno diversi da quelli in uso alle Forze Armate. Via quindi stellette, torri e greche dalle spalle dei nostri agenti e funzionari per lasciare spazio a rombi per i sovrintendenti e formelle per i funzionari, ricordando un po’ quanto è già presente sulle uniformi degli agenti di polizia urbana.

Nessuna sconfessione del proprio passato” ha ricordato il capo della Polizia Gabrielli “bensì orgoglio e consapevolezza della nostra identità di amministrazione civile“. Sempre Gabrielli afferma che si tratta del “naturale completamento di un percordo cominciato 38 anni fa”.

La continuità araldica è rappresentata dall’aquila, presente sulle insegne da spalla della Polizia non dalla sua fondazione, avvenuta proprio l’11 luglio del 1852, ma a partire dal 1919. Dalla qualifica di ispettore superiore in poi l’aquila tiene tra gli artigli il bastone del comando, simbolo di autorità e capacità di gestione.