Pedopornografia – 50 arresti in 15 regioni d’Italia

La Polizia Postale da alcuni giorni ha individuato una rete di pedofili italiani che ha portato all’arresto di 50 persone in 15 regioni italiane. una nota piattaforma di messaggistica scambiavano materiale pedopornografico. L’indagine è stata portata avanti in maniera congiunta dal Centro Nazionale di Contrasto alla Pedopornografia Online – che ha impegnato 200 uomini – e dalla Polizia Postale di Torino.

Grazie all’impegno dei militari, attraverso pedinamenti virtuali, sono arrivati a collegare i nickname utilizzati su una nota applicazione per chattare, con i veri dati dei pedofili. Portandoli allo scoperto e fuori dall’anonimato della rete. I militari hanno sequestrato numerose immagini e video di abusi su minori, dove le vittime erano anche neonati. Per due persone, oltre l’arresto è stato previsto l’isolamento poiché producevano quelle immagini e video, abusando di figlie di amici che gli facevano visita. Non si hanno altre notizie sulle regioni di provenienza e sull’identità, ma si sa che sono tutti uomini tra i 18 e i 55 anni, studenti, impiegati, disoccupati, operai, professionisti, dipendenti e imprenditori.

Jhoanna Cesarano