Palma Campania, lite degenerata per il volume della musica, ucciso il titolare di un bar

È morto G. D. F., il titolare 67enne del bar chiosco di Palma Campania che era stato ferito in serata insieme al genero ed alla figlia. Un omicidio per cui è stato arrestato un 86enne che avrebbero esploso dei colpi di arma da fuoco direttamente dal balcone di casa adiacente all’attività commerciale. Secondo quanto raccontato ai Carabinieri dopo l’arresto,un pensionato ultraottantenne di Palma Campania non riusciva a dormire, per la musica troppo alta. Ha preso un’arma che aveva in casa,  e ha cominciato a sparare, moto il titolare del bar. Feriti in maniera grave la figlia, ricoverata in prognosi riservata in ospedale, ed il genero della vittima. L’uomo, che vive al primo piano della palazzina, sopra il bar, è stato arrestato dai Carabinieri dopo poco dal tragico fatto. Rinvenuta e sequestrata l’arma utilizzata, una pistola semiautomatica modello “Guardian” calibro 9 regolarmente detenuta. L’arma aveva ancora un colpo in canna e uno nel caricatore. Sottoposti a ritiro cautelare altre armi regolarmente denunciate: 5 fucili, una pistola semiautomatica Beretta “Px4 Storm”, una rivoltella Colt e circa 290 munizioni di vario calibro.
L’83enne è stato  tradotto al carcere di Poggioreale