Pallanuoto, Rari Nantes, vittoria a Napoli dal sapore di salvezza

Si sapeva, alla vigilia, che non sarebbe stata una gara facile per la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno il derby di sabato sera contro la Canottieri Napoli. I partenopei, ultimi in classifica, vedevano certamente nell’arrivo dei salernitani l’occasione giusta rilanciarsi e ce l’hanno messa tutta per vincere, approfittando anche di una Rari stranamente distratta e svagata in difesa. Però, alla fine, non è andata così e i salernitani l’hanno spuntata, sbancando la piscina di Casoria e portando a casa tre punti d’oro per una classifica che al termine del girone di andata è veramente ottima.

Uno straordinario Michele Luongo, autore di cinque reti, Cuccovillo e il solito Santini, hanno contribuito ad avere ragione della Canottieri, che ha invece trovato in Borrelli l’uomo migliore, con Di Costanzo a supporto e il portiere Vassallo che ha più volte salvato i suoi.

La Canottieri parte forte, spingendo la gara su ritmi forsennati, forse poco adatti alla Rari in questa fase della stagione, che infatti soffre, ma riesce ugualmente a portare a casa il primo parziale con il punteggio di 3-2 e i gol di Tomasic, Gandini e Cuccovillo, oltre a un rigore fallito da Luongo. Nella seconda frazione ancora ritmi altissimi e la Rari paga qualche disattenzione difensiva di troppo e si chiude sul 2-2, con i gol di Cuccovillo e Tomasic. Non sembra fermarsi la spinta dei partenopei nemmeno nel terzo quarto e la Rari pare accusare il colpo, andando sotto nel punteggio fino a meno 2, per poi recuperare. Il tempo si chiude con il vantaggio dei napoletani per 5-4. In gol Parrilli, Cuccovillo e doppietta di Luongo. L’ultima frazione, quella decisiva per il risultato, vede le squadre appaiate, ma la Canottieri sembra aver finito la benzina e così ne approfitta la Rari, che mette in acqua sicuramente un tasso tecnico superiore. A rendere un po’ meno scontato il finale ci pensano gli arbitri, che dopo aver chiamato espulsioni in ogni occasione a sfavore della Rari, mettono fuori anche mister Citro, con una decisione molto affrettata.

Gli uomini in acqua, comunque, hanno abbastanza esperienza da gestire gli infuocati ultimi minuti e chiudere i conti vincendo la frazione per 3-1, con una spaventosa tripletta di Michele Luongo.Gara chiusa e tutti a festeggiare in casa Rari Nantes, che con questa vittoria fa un passo deciso verso la salvezza.

 

CC NAPOLI-CAMPOLONGO HOSPITAL SALERNO 10-12

CC NAPOLI: F. Altomare, A. Zizza, L. Di Costanzo 3, L. Baldi, G. Confuorto, D. Cerchiara, G. Massa, G. Patterson 1, A. Lorenzo, D. Mutariello, B. Borrelli 4, U. Esposito 2, G. Vassallo. All. Andre’

CAMPOLONGO HOSPITAL SALERNO: Santini, M. Luongo 5, C. Gandini 1, C. Sanges, A. Scotti Galletta, D. Gallozzi, M. Tomasic 2, N. Cuccovillo 3, M. Elez, G. Parrilli 1, A. Fortunato, D. Pica, G. Taurisano. All. Citro

Arbitri: Brasiliano e Paoletti

Parziali: 2-3 2-2 5-4 1-3 Nella Canottieri Napoli in porta con il numero 13 Vassallo che para un rigore a Luongo nel primo tempo. Spettatori 200 circa