Pagani, Scenari pagani 23 – Collisioni, Taiuti e Musella artisti immensi in “Play Duett”

Un omaggio e una rivisitazione dei maestri del teatro. Così si è presentato “Play Duett”, lo spettacolo numero 3 di “Scenari pagani 23- Collisioni”. Sabato scorso, presso l’Auditorium del Centro Sociale di Pagani, Tonino Taiuti e Lino Musella nella loro immensità di artisti hanno offerto al pubblico intervenuto una performance impeccabile da ogni punto vista, valorizzata ulteriormente dalle musiche dal vivo di Carlo Vidino, che, con gli strumenti a corda, scandiva il ritmo dell’esibizione.

Taiuti e Musella si sono confermarti due artisti immensi in grado di passare con semplicità e senza capricci dalla recitazione al canto e viceversa.
L’entusiasmo degli spettatori è stato scandito dai continui scrosci di applausi.
Come a ogni appuntamento, prima dell’ingresso a teatro, il pubblico è stato intrattenuto da “Tarallucci e vino”, l’AperiSpettacolo a cura di Ritratti di Territorio, il progetto culturale della giornalista Nunzia Gargano.
Sabato sera le ciliegine del Caseificio Aurora del mastro casaro Paolo Amato di Sant’Egidio del Monte Albino si sono unite ai taralli del Biscottificio Calabrese di Bracigliano e ai vini dell’Azienda Vinicola Santacosta del winemaker Giuseppe Pagano. Intanto, il direttore artistico di “Scenari pagani”, Nicolantonio Napoli, pensa già al prossimo evento. Sabato prossimo 22 febbraio, c’è grande attesa per Enzo Moscato in “Ritornanti 2.0”. In quell’occasione, al maestro Moscato sarà tributato il “Premio Speciale Scenari pagani 2020”.