Pagani – Pisacane e Maiorino chiedono atti concreti per Pagani Servizi e Pagani Ambiente

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Nel Consiglio Comunale del 28.02.2020 abbiamo deciso di prorogare per altri due mesi, cioè fino al 30 Aprile 2020, i contratti di servizio in essere della società comunale “Pagani Servizi Srl” e di utilizzare quest’ulteriore periodo di proroga per predisporre tutti gli atti amministrativi necessari ed adeguati per definire il trasferimento dei servizi interessati, e del personale in essi impegnato, in capo all’Azienda Speciale “Pagani Ambiente”.

Dopo oltre trenta giorni nessun atto concreto è stato predisposto dai competenti uffici dell’Ente né alcuna proposta, seria e fattibile, è stata ancora sottoposta alle valutazioni obbligate ed esclusive dei Consiglieri Comunali essendo chiaro che non può definirsi nemmeno “proposta” quella che sta circolando in questi giorni e che vedrebbe il personale della “Pagani Servizi Srl” in parte collocato in cassa integrazione ed in parte trasferito alle dipendenze dell’Azienda Speciale per svolgere le “attività di spazzamento stradale”.

Non sappiamo chi avrebbe partorito tale sconcertante soluzione, peraltro impraticabile sul piano giuridico, ma sappiamo con assoluta certezza che l’unica soluzione seria e praticabile è quella che vede il trasferimento di tutti i servizi, oggi gestiti dalla società Pagani Servizi Srl, in capo all’Azienda Speciale “Pagani Ambiente” la cui struttura organizzativa (personale, direzione tecnica e generale, CDA) sta dimostrando, anche in queste settimane di emergenza sanitaria, di essere più che capace non solo di garantire la funzionalità del Ciclo Integrato dei rifiuti ma anche di avere a cuore le esigenze del territorio e della popolazione residente.

Riteniamo, quindi, che è giunta l’ora di far capire a tutti che la programmazione e l’organizzazione dei servizi comunali è di esclusiva competenza del Consiglio Comunale e che quando Esso decide un indirizzo gli uffici competenti lavorano per concretizzarlo senza deviare dal percorso individuato e stabilito e senza inventarsi o proporre soluzioni alternative, peraltro impraticabili.

Allo stesso modo riteniamo che l’Azienda Speciale “Pagani Ambiente” e la società “Pagani Servizi Srl”, finchè in vita, sono dotate di autonomia gestionale ed operativa e non sono, né debbono essere, soggette ad ingerenze da parte di chicchessia e men che mai da parte degli Uffici Comunali che devono “controllare l’operato” rifuggendo da qualsiasi idea di “gestione” e/o di ingerenza nelle scelte organizzative che competono agli organi direzionali di esse.

Bene hanno fatto il nuovo CDA ed i vertici direzionali dell’ASPA ad organizzarsi, attraverso indizioni di gare ad evidenza pubblica, per svolgere pienamente il ruolo di Soggetto Gestore del ciclo Integrato dei Rifiuti e per pretendere di farlo nel rispetto delle norme in vigore e senza ingerenza alcuna né della politica né della burocrazia ma solo secondo le linee concrete dettate dal Piano Economico Finanziario anno 2020 che merita ogni plauso considerato che prevede anche la diminuzione delle tariffe in capo alle utenze produttive.

Chiediamo, quindi, come abbiamo gia fatto nell’ultima seduta di Consiglio Comunale e come stiamo facendo da mesi, al Presidente del Consiglio Comunale di attivare ogni iniziativa necessaria perché il Segretario Generale coordini gli uffici comunali competenti per elaborare e sottoporre, alle valutazioni del Civico consesso, atti concreti e definitivi che trasferiscano i servizi manutentivi, la gestione dei parcheggi e quella dell’Auditorium alla gestione di ASPA garantendo la definitiva sistemazione del relativo personale, a tempo indeterminato e a tempo determinato, nell’organico dell’Azienda Speciale per lo svolgimento di questi compiti.

F.to i Consiglieri Comunali Gianfranco Maiorino e Pietro Pisacane