Pagani – Madonna delle Grazie, benedetto oggi il nuovo Bambinello

Sarà intronizzato domenica. Non è identico al precedente ma per molti è "perfettamente uguale"

Madonna delle Grazie, parroco a Roma per far benedire il nuovo Bambinello. Sarà intronizzato domenica sera. Non sarà il “suo”, ma almeno la Vergine tornerà ad avere un bambino tra le mani.

Sono ore di attesa e di emozioni quelle per la parrocchia di Santa Maria delle Grazie, da ieri sera a Roma con il parroco Don Raffaele Corrado per il giubileo e, soprattutto, per far benedire la statua del nuovo Bambinello che sarà posto domenica tra le braccia della Vergine. La statuina è nuova, non ha lo stesso valore della precedente ma le somiglierà tantissimo. Tanto che, per molti, è “perfettamente uguale”.
Si chiude così la vicenda che ha tenuto banco nella piccola parrocchia cittadina, che circa un anno fa subì il furto del cinquecentesco Bambinello ligneo in una mattinata. Era settembre, erano da poco trascorse le 12.00 quando ignoti entrarono all’interno della chiesa e riuscirono a sfilare letteralmente la statuina dalla mano della Vergine. Un furto che risultò disarmante nella sua semplicità: la chiesa, in quel momento, era vuota, la nicchia in cui era custodita la Madonna si apriva semplicemente con l’ausilio delle mani, il bimbo fu fatto scorrere direttamente lungo il perno che lo reggeva. Fu messo in un borsone e poi via. I ladri uscirono, indisturbati, senza che nessuno si accorgesse di nulla. C’erano tante persone in piazza, nessuno aveva pensato che coloro che si stavano allontanando dalla chiesa non erano fedeli bensì ladri. Del furto se ne accorsero poco dopo i parrocchiani, e una comunità intera si mobilitò con locandine chiedendo “un atto di pietà”: “se sei genitore – si leggeva in uno dei manifesti – puoi capire il dolore di una mamma. Riporta il bambino in chiesa”.
Un messaggio, però, che non ha mai avuto riscontri (purtroppo).
A maggio, il nuovo furto: un uomo, ritratto dalle telecamere del sistema di videosorveglianza (che don Raffaele Corrado fece installare subito dopo il terribile furto), rubò due dei tre angeli posti ai piedi della statua dell’Immacolata Concezione.
Due atti bruttissimi, a distanza di pochi mesi l’uno dall’altro, che hanno scosso e dispiaciuto l’intera comunità.
Ora, la svolta. O per meglio dire, il lieto fine.

Domenica prossima, 26 giugno, l’intronizzazione della nuova statuina. Sabato 2 luglio, la festa della Titolare della Parrocchia cittadina. Che ora potrà tornare a…sorridere. Felice come una mamma che porta con orgoglio il frutto di un grande e, soprattutto, eterno amore.