Pagani – Le mamme in protesta contro l’amministrazione comunale: “Domani sciopero della DAD”

8

In seguito alla decisione di chiudere il primo piano del plesso Forteco di Pagani a causa del mancato funzionamento della caldaia, arrivata sabato da parte dell’amministrazione comunale, le mamme della II B hanno inviato all’attenzione delle maestre e del dirigente scolastico, una missiva in cui protestano annunciando lo sciopero della didattica a distanza.

“A seguito dell’ordinanza sindacale n 1 del 16.01.2021,la classe 2 sezione B, domani non sarà presente in Dad.
Questa decisione nasce come una forma di protesta in quanto riteniamo non plausibile leggere di una chiusura dettata dalla negligenza dell’apparato comunale per un problema già esistente e segnalato dallo stesso dirigente nell’ottobre 2020 . Tutto ciò evidenzia una scarsa e quasi inesistente sensibilità verso i bimbi che già vivono una situazione scolastica estremamente dura dall’ormai Marzo 2020. Ciò mette in evidenza, inoltre, tutto lo sforzo che stiamo chiedendo a questi giovanissimi studenti di fare, tutta la maturità dimostrata adattandosi ad ogni cosa senza mai obiettare. Li abbiamo, noi genitori , “istruiti” al meglio sulle buone norme da adottare all’interno della scuola e della classe, di tutto il necessario per convivere con i propri compagni per tutelare sé stessi, gli amici e le maestre. Ed è per questo che, spiegare oggi a questi piccoli uomini e donne che restano a casa per “caldaia rotta” ci sembra una vera indecenza. Dopo solo una settimana di frequenza, mentre il mondo si ferma per un motivo molto più valido, NOI CI FERMIAMO PER UNA CALDAIA!
Dopo anche un lavoro fatto su noi genitori che con tante paure, perché pur mandando i nostri figli a scuola ogni genitore nutre dentro di sé profonde paure ma, consapevole che non può essere un solo sentimento a dominare la nostra vita, armate di tanto buon senso, ci siamo convinte.
Ci dispiace anche molto, nel non aver percepito nessun impegno da parte della scuola nel trovare una soluzione. Appoggio in qualche plesso adiacente, una alternanza di presenza delle soli 3 classi che restano fuori. Dietro quelle classi, ci sono bimbi”.