Pagani – Il sindaco De Prisco risponde ad Enza Fezza: “Massima attenzione sul mercato ortofrutticolo”

In seguito alla richiesta inoltrata dalla consigliera comunale Enza Fezza negli scorsi giorni al sindaco di Pagani, Lello De Prisco e all’assessore alle attività produttive Pietro Sessa, riguardo ai contagi rilevati all’interno della struttura del mercato ortofrutticolo di Pagani-Nocera, pronta la risposta del neo sindaco:

“Ci compiacciamo dell’interessamento della consigliera di Fratelli D’Italia, Enza Fezza, sulla delicata situazione sanitaria che investe in questo momento anche il Mercato Ortofrutticolo Pagani-Nocera” – scrive in una nota il neo sindaco di Pagani, Lello De Prisco.

“Con tutto lo spirito collaborativo che speriamo contraddistingua questo governo per il bene della città, vogliamo rassicurarla che tutti i provvedimenti possibili sono già stati adottati da parte di questa amministrazione perché all’interno dell’area sia salvaguardata la salute degli operatori e di tutto il comparto di filiere che ruota intorno” – aggiunge De Prisco.

“A tal proposito vogliamo sottolineare che nel momento in cui abbiamo ottenuto dall’Asl di avere un punto USCA sul territorio paganese, abbiamo in soli due giorni individuato una sede, scegliendo non a caso proprio i locali nel passato utilizzati dalla banca Monte Dei Paschi, situati proprio all’interno dell’area mercatale. In tal modo gli operatori del mercato, sia afferenti all’area paganese che a quella nocerina, avranno la possibilità di accedere al punto USCA in maniera prioritaria, assicurando controlli sanitari in loco costanti ogni qual volta ce ne fosse necessità”.

“Inoltre abbiamo tenuto incontri con il liquidatore del mercato ortofrutticolo, Mirko Apa, con il direttore, Pino Scoletti, e con il presidente del Cogmo, Salvatore Nasti, per attenzionare tutte le situazioni di criticità che provengono dalle varie anime del mercato ortofrutticolo.
Siamo consapevoli della delicatezza della situazione sanitaria e lavorativa che vivono gli operatori, ancora più amplificata in questo momento di emergenza e ci poniamo il più possibile in ascolto di tutte le esigenze che dovessero porsi su cui possiamo dare il nostro contributo” – conclude il sindaco.

Enza Fezza, aveva richiesto nei giorni scorsi:

“Vista l’importanza e la centralità della struttura per la nostra città e per la nostra economia ed il nostro commercio, è necessario che venga fatto uno screening di massa agli operatori del mercato, per evitare che vi sia un vero e proprio focolaio che travolga la struttura, fino a portarla ad un eventuale chiusura che porterebbe danni ingenti dal punto di vista economico per i nostri cittadini.
E’ necessario, inoltre, che si faccia un controllo maggiore agli accessi e si aumenti la sicurezza della struttura, attraverso la vigilanza interna, già presente in struttura”.