Pagani, i 5Stelle rispondono al sindaco

Non accettiamo lezioni da chi è corresponsabile dello scempio in cui versa la città di Pagani: il nome di Alberico Gambino lo ricordiamo, resta impresso tra i nomi di coloro che hanno contribuito allo scioglimento del Comune di Pagani. Le responsabilità politiche sono evidenti a tutti: per noi resta incandidabile, al di là delle pronunce giudiziarie, ma soprattutto per una questione morale e politica. Lo afferma la parlamentare Virginia Villani, che poi continua in risposta alla polemica dell’altra sera in consiglio comunale.

È comprensibile che Alberico Gambino non comprenda l’atteggiamento con cui il Movimento 5 Stelle vive le istituzioni. Il pressapochismo tipico del suo modo di fare politica mal si conciliano con la nostra idea di politica e con il senso di responsabilità che sentiamo ogni giorno per la fiducia che i cittadini hanno riposto in noi. Con lo stesso senso di responsabilità il governo ha stanziato fondi in tutti i comuni per garantire le ristrutturazioni degli edifici scolastici. Io stessa mi sono fatta promotrice di una proposta di legge, il cui iter è in corso, per la sicurezza degli edifici che ospitano le scuole in tutta Italia. Al lavoro sempre e soltanto per il bene collettivo. Venendo alle condizioni in cui versa la scuola Manzoni, a chi va attribuita la responsabilità dello stato dei luoghi se non a chi fino a poco fa ha amministrato questa città senza di fatto occuparsi della manutenzione ordinaria e straordinaria. Fermiamoci ai fatti: l’amministrazione precedente a quella attuale aveva presentato una proposta di finanziamento puntando sui fondi europei, utili però soltanto ad attività di tipo complementare. Come mai, per ristrutturare la scuola Manzoni, non si è invece chiesto il contributo della Regione di cui peraltro lo stesso Gambino faceva parte? Forte del suo ruolo a Palazzo Santa Lucia il consigliere regionale Gambino avrebbe potuto lavorare in questa direzione: perché non lo ha fatto?

In ogni caso non è nel nostro stile “scaricare il barile”: stiamo lavorando alacremente per garantire un buon epilogo a questa vicenda: il MoVimento 5 Stelle e io personalmente guardiamo a vanti e costruiamo soluzioni. A breve conosceremo l’esito della richiesta di finanziamento per la scuola Manzoni attualmente al vaglio della commissione. Ci auguriamo che sia positivo ovviamente, ma qualora non fosse così abbiamo già in programma un percorso alternativo per salvare la struttura scolastica.Concludo ricordando al sindaco incandidabile Gambino che il valore di un pubblico amministratore si misura anche dal rispetto che è capace di dimostrare nei confronti dei suoi avversari politici. Evidentemente l’abitudine al confronto democratico è poco allenata. Ma non saranno questi attacchi sgangherati e ridicoli a farci demordere. Continueremo a lavorare nell’interesse dei cittadini e a portare avanti, a Pagani e in tutto il Paese, le istanze di chi crede nel cambiamento e nel confronto civile e democratico.