Pagani – Enzo Calce: “Opposizione costruttiva nell’interesse della città!”

Vincenzo Calce siederà nei banchi della minoranza e lancia un appello alle forze consiliari affinché si possa lavorare con coesione e responsabilità nell’interesse della città.

“Ho accettato il risultato elettorale – esordisce Vincenzo Calce – prendendo atto di una volontà popolare che in termini di numeri ha prevalso, portando all’elezione del nuovo sindaco e di una nuova compagine di governo. Da anni opero nel settore dello sport e pertanto so riconoscere una sconfitta. Non siamo riusciti a convincere gli elettori del nostro progetto di rinnovamento nella misura necessaria ma le analisi del voto non sono state quelle che ci auspicavamo, l’esperienza di questa tornata elettorale ci servirà a non ripetere gli stessi errori e rappresentare una valida alternativa in futuro.

Calce per la prima volta si accomoderà nel parlamento cittadino come rappresentante della coalizione che lo ha sostenuto

“Non nascondo un dose di emozione ma sento anche forte la responsabilità di rappresentare parte della popolazione di Pagani – dichiara Calce –  l’obiettivo principale è di portare in questa nuova consiliatura idee e proposte della gente e in particolare di tanti giovani per costruire un progetto di buona politica per la città e per l’intero agro nocerino sarnese”.

Le difficoltà evidenziate negli ultimi anni, dal punto di vista amministrativo e politico, hanno contribuito a creare sfiducia nella gente.

“Oggi rappresentiamo un patrimonio umano ed una ricchezza di professionalità incredibile, inestimabile – continua Calce – abbiamo a cuore in particolare la nostra città, le strade i posti lontani dal centro che hanno bisogno di sentire in concreto la vicinanza dell’amministrazione comunale che vivono il territorio e lo vogliono migliorare.

Saremo una opposizione seria e costruttiva, non saremo qui a dire di no a prescindere, valuteremo di volta in volta le azioni dell’amministrazione e diremo di sì quando i progetti saranno utili al paese e diremo di no quando non lo saranno. Saremo qui a controllare che venga fatto con tempestività quello che è scritto nel vostro programma che rappresenta il vostro contratto con tutti i cittadini, anche quelli che non vi hanno votato”.