Pagani, cittadini in strada per il Natale, Confcommercio: “Per noi è un dato storico”

“È un dato storico: strade gremite di persone, negozi stracolmi. Non ce l’aspettavamo nemmeno noi”. È questo il commento a caldo del presidente di Confcommercio Pagani Luigi Amendola poche ore dopo il termine delle iniziative natalizie messe in campo nella serata di ieri in città.

La pioggia non ha fermato nessuno, tantissime le persone in strada ieri per godersi la domenica sera paganese e, soprattutto, per le tante iniziative messe in campo dall’organizzazione sindacale locale. Tombola scostumata in piazza Corpo di Cristo, animazione lungo corso Padovano, primo e terzo tratto di via Marconi nonché via Cesarano, momenti dedicati alla moda con Sirio Donna di via Marconi e voglia di divertirsi con la Free Style di Sant’Egidio del Monte Albino. Tante le emozioni, tanta la voglia di divertirsi o più semplicemente passeggiare godendosi le vetrine e scegliendo il regalo migliore da fare. Insomma, a Pagani ieri sera davvero non si riusciva nemmeno a camminare.

“È stato un successo che non ci aspettavamo forse nemmeno noi – ha dichiarato il presidente di Confcommercio Amendola con estrema soddisfazione – Ieri sera abbiamo visto una Pagani viva più che mai. Le persone hanno preferito stare in città e godersi le iniziative che abbiamo messo in campo, e questa è una cosa che ci inorgoglisce. Possiamo dire che ieri a Pagani si respirava aria di natale. E poi, c’è da fare un’ulteriore considerazione: ad essere piene non erano solo le strade, ma anche gli stessi negozi. È un dato storico, questo.

Tantissime persone hanno iniziato gli acquisti di Natale e hanno scelto le nostre attività commerciali per farli. La lotteria procede spedita, i biglietti già staccati ormai non si contano più. Non potevamo sperare in meglio, e di questo ringrazio tutte le persone che hanno collaborato al nostro fianco perché hanno contribuito a rendere vivo il commercio in questa città. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo ma non ci fermiamo, da oggi ripartiamo ancor più grintosi di ieri”. Unica nota stonata, la pioggia. Il grosso, però, in quel momento, era già stato fatto.