Pagani, capitone scappa dalla pescheria, è corsa al lotto

Il capitone, si sa, scappa sempre. È una sua prerogativa. Sulle sue fughe improvvise hanno anche scritto i migliori autori della letteratura contemporanea, il primo Edoardo De Filippo. Nessuno, però, aveva mai scritto di un capitone che scappa dalla pescheria.

Singolare quanto bizzarra vicenda quella di un pescivendolo della città di Pagani che in mattinata si è ritrovato a fare i conti con la fuga improvvisa di un capitone dalla vasca. In cerca di un po’ di libertà, il povero animale in un lampo è saltato dal grosso recipiente e ha iniziato a strisciare a terra, verso un futuro migliore.

Pronte le reazioni dei presenti, tutti impegnati a rincorrerlo e afferrarlo facendo i conti con la sua pelle scivolosa al tatto.

Il capitone è stato poi acciuffato con non poca fatica. La corsa al lotto, però, è già iniziata. Con la speranza che la dea bendata, domani, faccia esultare qualche paganese con un bel gruzzoletto in arrivo.

AGGIORNAMENTO:

i numeri più gettonati al momento sembrerebbero 32 (il capitone), 72 (la meraviglia), 81 (il pescivendolo). Terno sulla ruota di Napoli.

In molte ricevitorie, però, in tanti stanno tentando la fortuna giocando combinazioni diverse, secondo interpretazioni del tutto personali.