Pagani. Atti vandalici nella villa comunale, interviene Toscano

L’amministratore unico della Pagani Servizi, Francesco Toscano è intervenuto al riguardo la giostrina vandalizzata per i bambini, che qualche teppistello di turno ha pensato bene di manomettere l’asse centrale della struttura, estraendolo dalla base.

Certamente il discorso non può esaurirsi in poche righe. Il problema è molto più complesso e andrebbe affrontato alla base. Tuttavia qualcosa si può fare per prevenire questi atti vandalici?

Molto probabilmente chi ha fatto parte delle amministrazioni passate e delle amministrazioni presenti sarà sicuramente colpevole di tante cose e questo lo dico perché viviamo nel mondo in cui tutto quello che ci capita e’sempre colpa di qualcun altro perché così ci piace – spiega Toscano – la villa comunale dal 27 giugno 2019 giorno in cui sono diventato Amministratore Unico della Pagani servizi l’ho fatta ripristinare tante volte in particolar modo le giostrine, anche quelle per i bambini disabili che venivano puntualmente utilizzate o meglio dire rotte dai bambini senza disabilità, e questo alla presenza molto spesso dei genitori che nella stragrande maggioranza dei casi erano appartenenti ai radical chic cioè quelle persone che convinti di essere i depositari della verità Divina vogliono insegnare a tutti Come si vive.

Menzione particolare meritano i pop-up per l’irrigazione da me acquistati 5 volte e puntualmente distrutti da ragazzi che ne hanno sempre inteso cambiarne la destinazione d’uso da strumento idoneo ad irrigazione a strumento indirizzato al gioco del calcio – così dopo la nota l’amministratore unico della Pagani Servizi – durante le feste di Natale ho provveduto anche a nominare un custode che è stato fatto oggetto molto spesso di minacce perché i ragazzi bisognava lasciarli giocare. Purtroppo gli interventi sono molto a rilento perché il comune di Pagani è in dissesto finanziario, dissesto finanziario che, sempre nel pieno rispetto della norma che tutto quello che ci capita è colpa degli altri, ci piace di condurre a Gambino, Bottone ect, invece il bilancio rendiconto 2018 che verrà portato in consiglio comunale il 27 e il 28 maggio parla di un disavanzo di Amministrazione per 25 milioni di euro dovuti al 65% della morosità della cittadinanza. Dissesto finanziario che non permette assunzione di personale ed ovviamente di vigili urbani che a causa di pensionamenti succedutesi in questi ultimi anni sono ormai ridotti all’osso.

Altra proposito la società di cui sono amministratore unico – conclude Francesco Toscano – ha dovuto ricorrere a Fondi integrativo salariale per dimezzare i costi dovuti al dimezzamento dei canoni da parte del comune e in questi ultimi periodi ho dovuto ovviamente dimezzare l’erogazione dei servizi, da più parti mi viene segnalato che l’erba è arrivata al secondo piano, cortesemente quando arriva il quarto fatemelo sapere. Per parlare della situazione attuale della società. probabilmente chi ha fatto parte delle amministrazioni passate e delle amministrazioni presenti sarà sicuramente colpevole di tante cose e questo lo dico perché viviamo nel mondo in cui tutto quello che ci capita È sempre colpa di qualcun altro perché così ci piace.