La Presidenza Provinciale di Salerno di Gioventù Nazionale ha promosso una mozione affinché venga intitolata una via, una piazza o un parco cittadino alla memoria di Paolo Borsellino, il magistrato siciliano ucciso dalla mafia il 19 luglio 1992, insieme ai cinque agenti alla sua scorta.

Il movimento giovanile di Fratelli d’Italia ha voluto così onorare e ricordare degnamente l’eroe nazione, simbolo internazionale della legalità e della lotta alla mafia, in occasione del 28° anniversario della barbara strage e del vile assassinio consumatosi a Palermo, in via D’Amelio.

Tale attività è stata presentata in molte città d’Italia e in tutti i comuni della Provincia di Salerno. Il promotore territoriale è stato Alfonso Pepe (nella foto con Giorgia Meloni, leader nazionale di Fratelli d’Italia), membro della Direzione Nazionale di Gioventù Nazionale: «Nei giorni scorsi abbiamo protocollato formale richiesta anche al Commissario Prefettizio della Città di Pagani. Auspichiamo che la nostra proposta di civiltà e buon senso venga accolta e che anche la prossima amministrazione comunale possa far propria questa battaglia di legalità e di sicurezza, a noi tanto cara. Infatti, in una città sempre più martoriata, come la nostra, – sostiene il giovane dirigente cittadino di Fratelli d’Italia Paganidobbiamo ripartire da questi temi per rendere, di nuovo, vivibile la nostra città. Riteniamo, quindi, che questo atto simbolico possa essere un nuovo inizio per la nostra città, un punto di partenza per ritornare, finalmente, ad essere il fiore all’occhiello dell’intero Agro».

I giovani militanti della destra salernitana non sono nuovi a queste significative dimostrazioni di vicinanza a personalità così importanti per la lotta alla criminalità. Anzi, da sempre, sono sensibili a tali iniziative, infatti, ricordiamo che, qualche anno fa, la sezione di Azione Universitaria, organizzazione universitaria di Fratelli d’Italia, fu intitolata proprio a Paolo Borsellino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA MN24