Pagani. Agro Solidale, Bottone dalla parte del direttore Monda

Piena fiducia nei confronti del direttore dell’azienda consortile Agro Solidale Porfidio Monda. È questo in sintesi l’oggetto di una nota stampa giunta pochi minuti fa da Palazzo San Carlo a firma del primo cittadino Salvatore Bottone. All’indomani della richiesta dei consiglieri di opposizione di dimissioni del vertice del gruppo, il sindaco Bottone ha difeso l’operato del direttore stesso elogiandone l’impegno profuso per il ripristino dei servizi sociali nel Comune alfonsiano.
”Dimissioni del direttore di Agro solidale, dott. Porfidio Monda? – le parole di Bottone – Questa è l’ultima e farneticante affermazione della consigliera di opposizione.
Ovviamente, questa Amministrazione conferma la fiducia data al dottore Monda, professionista di grande spessore umano e culturale, le cui competenze sono non solo indiscusse ma riconosciute anche fuori dalle mura di questa città (È infatti componente del tavolo per la valutazione e la promozione delle politiche sociali a supporto dell’Assessore Regionale alle Politiche sociali, oltre che docente universitario).
Il suo ottimo operato è evidente a tutti. In una città dove i servizi sociali erano completamente assenti, oggi abbiamo una realtà, quella dell’ambito SA1-03, punto di riferimento regionale e non solo. Ancora una volta, quindi, ci troviamo di fronte ad assurde affermazioni esternate da soggetti ai quali non interessa il bene della città, soggetti che sarebbero pronti a distruggere ogni cosa pur di raggiungere il loro obiettivo, che continuano incessantemente a produrre interrogazioni, richieste di accesso agli atti, denunce, solo per rallentare la macchina comunale e, conseguentemente, danneggiare il cittadino.
Gli elettori hanno affidato loro un compito: essere consiglieri di opposizione, consiglieri propositivi.  Compito che non hanno mai svolto. Mistificatori della realtà, questi soggetti non sono in grado di lavorare se non per il loro esclusivo interesse. Siamo noi, quindi, a chiedere loro le dimissioni. Siamo stanchi di questo comportamento, di questo continuo attacco alla città, ai cittadini, al lavoro dei dipendenti oltre che di noi amministratori. Attacchi, inutile dire, che nulla hanno a che vedere con la politica e che sono diretti a chiunque collabori con questa amministrazione”.