Paganese, si riaccende la speranza: ricorso vinto in Commissione Tributaria

Dopo la doccia gelata, si riaccende la speranza per la Paganese. La società azzurrostellata si è infatti aggiudicata il ricorso dinanzi alla Commissione Tributaria, ottenendo un provvedimento di sospensiva del rigetto disposto invece dall’Agenzia delle Entrate rispetto al piano di rateizzo presentato dal club.

Una procedura di transazione fiscale proposta ed instaurata – ha ribadito energicamente il club anche dinanzi all’Autorità Giudiziaria – con precisione certosina, nel rispetto della normativa vigente in materia, con specifico riguardo all’art. 182 ter della legge fallimentare. Poi, oltre il termine utile stabilito per l’iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro, la doccia gelata per società e tifosi, con il provvedimento di diniego dell’Agenzia delle Entrate. Un provvedimento dal sapore della condanna definitiva per gli azzurrostellati, ad un passo dalla definitiva scomparsa dal panorama calcistico.

È a questo punto che entrano in scena l’Avv. Cosma Baio ed il Dott. Vincenzo Spera, con il supporto dell’Avv. Filippo Castaldi, che fanno valere le ragioni del club dinanzi alla Commissione Tributaria Provinciale di Salerno, ottenendo il provvedimento di sospensione – a firma del Presidente, dott. Pasquale Perretti – della provvisoria esecutività del contestato diniego dell’Agenzia delle Entrate.

La palla torna adesso alla Co.Vi.So.C, che dovrà riesaminare la posizione del club, ma a questo punto non sembrerebbero sussistere ulteriori ragioni ostative al via libera per l’iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro.