Paganese, il primissimo bilancio del patron

Parla Raffaele Trapani.” E’ stata davvero un’estate molto rovente – commenta il patron azzurrostellato – la disfatta di Bisceglie, la corsa contro il tempo per gli incartamenti necessari, tutti gli adempimenti relativi allo stadio in quel momento interessato dai giochi universitari, i lavori allo stadio, davvero, giorni in cui si è lavorato tutti con un solo obiettivo nella mente: la riammissione. Quando il Consiglio Federale ha ratificato il tutto, c’è stata una vera e propria esplosione di gioia per tutti coloro che si erano prodigati affinché potessimo rientrare dalla porta principale in quel che è considerato davvero una B2. Abbiamo allestito con tantissimi sacrifici una squadra che può giocarsela con tutti e, le prime giornate di campionato lo dimostrano. Con un pizzico di fortuna – prosegue Trapani – al posto dei punti attuali potevamo averne almeno sette. Ma il calcio è questo e bisogna accettare i verdetti del campo”.