Paganese-Catania 3-1, strepitosa esibizione azzurrostellata, l’ennesima

Erra schiera il consueto 3-5-2 con: Baiocco tra i pali; difesa a tre formata da Schiavino, Stendardo e Panariello; a centrocampo Mattia e Perri sulle fasce, in mezzo Caccetta, Capece e Scarpa; in attacco coppia formata da Alberti e Guadagni. Per gli etnei, confermato pure il 4-2-3-1 con: Furlan in porta; difesa a quattro formata da Calapai, Silvestri, Esposito e Marchese; a centrocampo Bucolo e Dall’Oglio coppia di centrali; batteria di trequartisti formata da Barisic, Catania e Biondi a sostegno dell’unica punta che sarà Curiale.La botta dentro l’area di Guadagni viene murata dalla difesa etnea, sul ribaltamento di fronte Curiale serve Biondi che in spaccata viene chiuso. Si accende già all’8′ la partita. Cinque minuti dopo, calcio di rigore per la Paganese. Atterrato dentro l’area Scarpa. Il fallo è stato commesso da Marchese. Lo stesso Scarpa fa centro dagli 11 metri spiazzando il portiere. Occasione per il Catania, con l’attaccante che spedisce fuori il destro. Al 35′ è raddoppio. Punizione di Capece e sponda area di Caccetta, che serve dentro l’area Stendardo che con un perfetto colpo di testa serve il 2-0 al tavolo del recupero infrasettimanale di campionato. La squadra di Lucarelli tenta di reagire. Il pericolo maggiore arriva dal diagonale col mancino di Marchese, sugli sviluppi di un corner. Baiocco respinge con qualche problema. Ripresa, Catania subito in avanti: tiro da fuori tentato da Bucolo, ma respinto dalla difesa avversaria; poco dopo cross di Marchese, bloccato senza problemi da Baiocco. Al 6′ riduce le distanze con Dall’Oglio, che sorprende Baiocco direttamente su punizione. Passano una decina di minuti e la Paganese ristabilisce le giuste distanze di giornata. Se il primo gol era toccato al nonno terribile Scarpa, il terzo va aggiudicato al ragazzino fantastico Guadagni, gran botta da fuori dell’attaccante camche sorprende Furlan e la retroguardia. Triplo cambio per Lucarelli, doppio per Erra, tra mosse contromosse. Bravo Perri ad anticipare su Curiale, che stava calciando da ottima posizione.Rischia l’autorete la difesa della Paganese: Stendardo mette in difficoltà Baiocco. Triplice fischio, tripudio Paganese e amarezza etnea.

PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Schiavino (86′ Sbampato), Stendardo, Panariello; Mattia, Caccetta (86′ Bramati), Scarpa (66′ Bonavolontà), Capece, Perri; Alberti (66′ Calil), Guadagni (86′ Lidin). A disp.: Scevola, Carotenuto, Acampora, Dramè, Gaeta, Diop, Musso. All. Erra.

CATANIA (4-4-1-1): Furlan; Calapai (74′ Mazzarani), Esposito, Silvestri, Marchese; Bucolo (84′ Sarno), Dall’Oglio (64′ Lodi); Barisic, Catania (64′ Di Piazza), Biondi (64′ Di Molfetta); Curiale. A disp.: Martinez, Noce, Pinto, Rizzo, Biagianti. All. Lucarelli.

ARBITRO: Tremolada di Monza (Fontemurato-Salama).

MARCATORI: 14’ rig. Scarpa, 34′ Stendardo, 50′ Dall’Oglio, 60′ Guadagni

NOTE: ammoniti Schiavino, Dall’Oglio, Silvestri, Mazzarani