Ospedali salernitani, la protesta dei sindacati

Restyling degli ospedali salernitani, le strutture di Agropoli, Vallo Della Lucania, Polla, Battipaglia e Sant’Arsenio sono state escluse: esplode la rabbia dei sindacati provinciali di Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl. Appello dei segretari Pasquale Addesso, Pietro Antonacchio e Lorenzo Conte al commissario straordinario dell’Asl Salerno: “Trovare subito altri fondi per non snobbare parte della comunità di questo territorio”. Chiarezza sugli interventi in materia di edilizia sanitaria. A chiederlo, in una lettera al commissario straordinario dell’Asl Salerno, Mario Iervolino, sono i segretari provinciali di Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl, Pasquale Addesso, Pietro Antonacchio e Lorenzo Conte. “Lamentiamo la mancata inclusione di alcuni presidi ospedalieri e strutture sanitarie dell’Asl Salerno nell’ambito degli interventi programmati per la ristrutturazione e messa a norma dei servizi, al fine di garantire i requisiti tecnico-strutturali per l’espletamento delle attività previste”, hanno spiegato.