Oscar Calcio Campano: i premi ai protagonisti dalla D alla Promozione

Una serata di premi per il calcio campano. Nella notte degli Oscar organizzati dal giornalista Nello Odierna e dalla redazione di Sport Campania diretta da Gianfranco Collaro, sono stati premiati i migliori dalla Serie D alla Promozione, sempre nel ricordo dell’indimenticabile figura di Pasquale D’Angelo. Non solo, l’organizzazione ha consegnato riconoscimenti anche ai presidenti e assegnato dei premi alla carriera per coloro che negli anni si sono distinti sui campi di calcio della regione, approfittandone per dare un contributo benefico al centro Laila.

La serata è stata un successo e ha visto sfilare sul palco tutti i protagonisti della passata stagione, a partire da quelli che nello scorso campionato hanno portato in alto il nome delle squadre campane di serie D, come il portiere Luigi Sorrentino che era al Portici e oggi è al Pomigliano, il difensore Ciro Poziello, Il centrocampista Stefano Costantino e l’attaccante Bruno El Ouazni tutti all’Ercolanese di Squillante con i primi due rispettivamente al Savoia e il terzo alla Juve Stabia capolista che ha un piede in serie B.

Miglior allenatore della quarta serie è stato premiato Gigi Squillante per i risultati ottenuti ad Ercolano, ringraziato da tutti i suoi ex calciatori che hanno conquistato l’ambito riconoscimento. Tra i direttori sportivi il premio è andato a Cipriano Coppola, nella passata stagione grande artefice della salvezza del Gragnano, capace di partire da zero con una società e una squadra da rifondare e abile a portare i calciatori giusti in gialloblù, conquistando una storica salvezza. Del Gragnano premiato anche Gassama, riconosciuto il miglior giovane emergente, il quale ha voluto ringraziare suo padre adottivo Rosario Campana, attuale tecnico gialloblù. Tra l’altro è stato invitato anche l’attuale direttore generale Alberico Turi che è appena arrivato nel club della Città della Pasta.

In Eccellenza, il miglior allenatore è stato giudicato Antonio Guarracino, allenatore che ha portato il Sorrento alla promozione.

Una serata in cui si è riusciti a comporre anche il tridente dei sogni del calcio campano, con i premi alla carriera per Ciccio Vitale, Dino Fava e Tommaso Manzo, bomber con il gol nel dna che ricevono il premio per le tantissime reti in carriera.

Tra i dirigenti, alla carriera è stato premiato Ciro Blando, mentre un riconoscimento sempre alla carriera è stato consegnato all’allenatore della Turris Franco Fabiano, non solo per il successo in Coppa Italia e in campionato nella passata stagione con il Savoia, ma per i risultati ottenuti in tanti anni di panchina, con l’allenatore che ha anche annunciato che resterà nel giro ancora per tantissimo tempo. Proprio di quella squadra che ha vinto la Coppa Italia lo scorso anno, sono stati premiati anche il portiere Francesco Gallo e l’attaccante Gennaro Esposito. Premiato anche il difensore del Sorrento Antonio Guarro. Premio anche ai presidenti del calcio dilettantistico, così come al Commissario del Comitato Regionale Campano Luigi Barbiero, che ribadisce come ci sia sempre un filo diretto tra il Comitato e tutte le società. Insomma, una serata che riconcilia tutti, regalando anche simpatici siparietti tra Angelo Teta (allenatore del Poggiomarino ritenuto il miglior emergente) e Ciccio Vitale, bombe del Sant’Antonio Abate che sono in lotta per la vittoria del campionato di Promozione, ma che sorridendo gufano l’Ischia.  Meritatissimo riconoscimento anche al giornalista Alfredo Paturzo, colonna portante dell’informazione del calcio dilettantistico in Campania.

LUIGI CAPASSO