Oggi è la “Giornata mondiale della libertà di stampa”.

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.”

                                                                                                ( Art.21 Costituzione)

 

Nata nel 1993, indetta per la prima volta dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e dalla Conferenza generale dell’Unesco, celebra uno dei diritti costituzionalmente riconosciuti in Italia.

Libertà di Manifestazione del pensiero

 

Oggi a rischio in determinati Paesi del mondo, l’informazione libera garantisce la pluralità di visione e la partecipazione democratica alla vita politica dello Stato. La legge sulla libertà di manifestazione del pensiero non si ferma solo alla libera espressione dell’opinione politica ma tutela anche la libertà di ricerca, di insegnamento e di professione religiosa.


Esistono, tuttavia, dei limiti precisi come quelli delineati dal concetto di “Buon costume” che non riguardano né etica sociale né morale comune, ma specificatamente si limitano al tutela del pudore sessuale. Si può parlare quindi di Buon costume come variabile di questo campo del Diritto, in quanto i caratteri fondamentali mutano con il tempo e l’evoluzione della società.
Ci sono, poi, limiti impliciti che hanno la funzione di bilanciare altri interesse costituzionalmente riconosciuti, come l’onore e la reputazione.

 Combattere per la verità

 

Il nostro pensiero va a SIMONE CAMILLI, fotoreporter ucciso da un ordigno, il 13 agosto 2014 a Gaza durante una tregua tra Hamas e Israele; va ad ANDREA ROCCHELLI ucciso il 24 maggio 2014 insieme al suo collega e amico ANDREJ MIRONOV a Sloviansk, nell’Ucraina Orientale; va a PEPPINO IMPASTATO, fatto esplodere con una carica di tritolo sotto il suo corpo disteso sui binari della ferrovia a Cinisi (PA) la notte tra l’8 e il 9 maggio 1978; a GIANCARLO SIANI, VITTORIO ARRIGONI, FABIO POLENGHI, ENZO BALDONI, RAFFAELE CIRIELLO, MARIA GRAZIA CUTULI, ANTONIO RUSSO, GABRIELE GRUENER, MARCELLO PALMISANO, ILARIA ALPI, MIRAN HROVATIN, MARCO LUCHETTA, DARIO D’ANGELO, ALESSANDRO OTA, GUIDO PULETTI, GIUSEPPE ALFANO, MAURO ROSTAGNO, ALMERIGO GRILZ, GIUSEPPE FAVA, ITALO TONI, GRAZIELLA DE PALO, WALTER TOBAGI, MARIO FRANCESE, CARLO CASALEGNO, GIOVANNI SPAMPINATO, MAURO DE MAURO, COSIMO CRISTINA.