Il gruppo consiliare d’opposizione “Nuova Pellezzano” ritorna sulla questione della mancata manutenzione e riqualificazione nella popolosa frazione di Coperchia.

Stamani i giovani consiglieri comunali della Valle dell’Irno, Tiziano Sica (Lega) e Angelo Avallone (Forza Italia), hanno protocollato un’apposita richiesta (prot. n. 7809 del 25 giugno 2020) per sollecitare un ulteriore intervento di riqualificazione in Via Rosario Livatino e nell’anfiteatro sito alle spalle della villa comunale. Come si evince dalla nota, dunque, hanno chiesto sia al primo cittadino dem Francesco Morra che al vicesindaco Michele Murino, nella sua qualità di assessore delegato alle politiche ambientali, di procedere tempestivamente e con “massima urgenza” alla riqualificazione dell’area, anche nel rispetto dei residenti.

«La nostra speranza è che si crei un effetto domino grazie a cui raggiungeremo la pulizia completa di tutto il comune e per la quale non saranno più necessari protocolli e sollecitazioni, bensì il buonsenso e l’attivazione delle amministrazioni e delle società competenti» dichiarano i due esponenti del centrodestra consiliare pellezzanese.

Infatti, già nelle scorse settimane il gruppo consiliare aveva pungolato l’amministrazione comunale ed aveva chiesto chiarezza sulla pubblica illuminazione e sulla raccolta dei rifiuti, sempre a Coperchia. E solamente dopo tale sollecito si è provveduto poi alla rimozione dei rifiuti nell’area di via Giacomo Matteotti.

«Noi continuiamo nella nostra azione ma tutto questo evidenzia che il Comune non riesce a gestire problemi semplici e, questo, perché il Comune è al tracollo economico anche a causa delle eccessive spese della Pellezzano Servizi» denunciano il capogruppo leghista Tiziano Sica e il consigliere comunale forzista Angelo Avallone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA MN24