Non bastava il Coronavirus, stangata sull’eccellenza, ci saranno 4 retrocessioni per girone

La Figc in serata, attraverso il comunicato n. 214 /Aha illustrato i 12 punti che sono stati deliberati nell’ultimo consiglio federale in merito alla conclusione dei campionati sotto l’egida della Lnd della stagione 2019/20 sospesi definitivamente dal Coronavirus.
Tra questi punti, quello più importante è il 9 che delega la Lnd per la compilazione delle classifiche e quindi delle promozioni e retrocessioni, tenendo conto delle classifiche cristallizzate al momento della sospensione e delle gare disputate da ogni squadra: alla compilazione delle classifiche e, conseguentemente, alla determinazione delle Società promosse e retrocesse per ogni singolo Campionato di cui ai precedenti punti, viene delegata la Lega Nazionale Dilettanti, che dovrà in ogni caso tenere conto della situazione di classifica come maturata al momento della disposta interruzione definitiva delle stesse competizioni sportive, tenuto altresì conto del numero delle gare disputate da ogni squadra.
Per quanto riguarda l’Eccellenza c’è il punto 10 che conferma la promozione in Serie D delle prime classificate, mentre per le retrocessioni, essendo un campionato collegato a quello della Serie D saranno rispettate il numero delle retrocesse così come stabilito dai Comitati ad inizio stagione. Quindi in Campania, come avevamo preannunciato da diverse settimane saranno rispettate le 8 retrocessioni, 4 nel girone A e 4 nel girone B.
A scendere in Promozione saranno Nuova Napoli Nord, Real Forio, Marcianise, Barano, Eclanese, Alfaterna, Angri e Battipagliese.

In relazione al Campionato di Eccellenza, organizzato dalla L.N.D. a livello Territoriale, attesa la diretta connessione con il Campionato di Serie D, devono applicarsi i medesimi criteri e, conseguentemente, tener conto della situazione di classifica come maturata al momento della disposta interruzione definitiva della stessa competizione sportiva, tenuto altresì conto del numero delle gare disputate da ogni squadra. In applicazione di tale criterio, pertanto, saranno promosse al Campionato Nazionale di Serie D le prime classificate in ogni girone e retrocesse al Campionato di Promozione, nell’ambito dei rispettivi Comitati Regionali, le Società nel numero previsto da ogni singolo Comitato Regionale per i rispettivi gironi di propria competenza. In relazione alla eventuale necessità di garantire il completamento dell’organico del Campionato di Serie D, dovrà tenersi conto, in ossequio al richiamato principio del merito sportivo, delle Società che hanno ottenuto la migliore posizione secondo la classifica come maturata al momento della disposta interruzione definitiva del Campionato, tenuto altresì conto del numero delle gare disputate da ogni squadra.

Interessanti gli ultimi due punti, l’11 e il 12 che parlano di criteri straordinari che vengono delegati alla Lnd per il completamento dell’organico dei campionati di Eccellenza 2020/21 e di tutte le altre competizioni territoriali.
In considerazione della crisi economica determinata dalla diffusione del coronavirus COVID19 e, comunque, delle peculiarità delle situazioni in ambito territoriale, si attribuisce facoltà al Presidente della Lega Nazionale Dilettanti di valutare situazioni di carattere straordinario, in relazione ad eventuali carenze negli organici dei campionati di Eccellenza della prossima stagione sportiva 2020/2021, con l’applicazione di criteri in deroga all’adottanda deliberazione del Consiglio Federale, in particolar modo valutati gli organici dei singoli
Campionati a livello Regionale;
Con riferimento a tutte le altre competizioni sportive a livello Territoriale organizzate dalla Lega Nazionale Dilettanti, relative alla stagione sportiva 2019/2020, si attribuisce delega alla Lega Nazionale Dilettanti ed alle sue articolazioni territoriali al fine di stabilire i criteri relativi alla determinazione delle classifiche all’esito della definitiva interruzione delle medesime competizioni, tenuto altresì conto del numero delle gare disputate da ogni squadra, con possibilità di valutare situazioni di carattere straordinario, in relazione ad eventuali carenze negli organici dei campionati della prossima stagione sportiva 2020/2021.