Nola-Savoia 1-0. L’ex Esposito e l’arbitro affondano Campilongo

I tifosi del Savoia a Nola

Seconda sconfitta di fila per il Savoia che cade anche nel derby con il Nola per 1-0. I playoff restano lì, ma ci sono meno partite da disputare e anche l’Altamura oltre alla Fidelis Andria da scavalcare per entrare tra le prime cinque. Il derby inizia nel peggiore dei modi per la squadra di Campilongo, trafitta da un gol dell’ex Gennaro Esposito dopo appena 7’, protestando per il fuorigioco dell’attaccante: Madonna penetra dalla sinistra e mette al centro un pallone per il bomber nolano che insacca da posizione dubbia. Meno dubbi ci sono sull’atterramento di Diakite due minuti in piena area, ma per l’arbitro Monaco di Termoli è tutto regolare. Dal settore di sinistra arrivano le occasioni più pericolose del Savoia, una delle quali a metà primo tempo che vede un cross di Giuseppe Esposito per Diakite che di testa va vicino al gol del pari. Il derby è divertente, con Savini costretto a dire no a Stoia e Gennaro Esposito per evitare il raddoppio dei bruniani. Nella ripresa sempre Stoia potrebbe approfittare di un errore difensivo degli oplontini, ma il suo pallonetto viene intercettato da Savini. Altra occasionissima per il Savoia che dopo gli sviluppi di un calcio di punizione vede arrivare Alvino alla conclusione ma la difesa libera in extremis, consentendo al Nola di restare in vantaggio. Il Savoia protesta ancora per un fallo di mani in area dopo una respinta di piedi di Gragnaniello, ma ancora una volta per il direttore di gara è tutto regolare tra le proteste degli ospiti.