Nocera Superiore, racket manifesti, in 4 a rischio di processo

Maggio scorso, l’imprenditore colpì con uno schiaffo un attacchino, perchè stava coprendo i suoi manifesti con altri. L’uomo promise vendetta, chiedendo a due suoi generi, di vendicare quell’affronto. Dopo qualche ora, l’uomo fu picchiato con un manganello in ferro. due, poi, gli avevano sottratto anche lo scooter, un T-MAX. Le accuse sono di estorsione, violenza privata, rapina e lesioni, a vario titolo. Per l’attacchino, vi è una duplice accusa di estorsione in più. Avrebbe costretto altre due ditte di onoranze funebri, una di Mercato San Severino e l’altra di Salerno, ad attaccare i loro manifesti.