Nocera Superiore, comunicato Cuofano su coronavirus, a scopo precauzionale

Il comunicato, precisa il sindaco Giovanni Maria Cuofano, ha solo scopo precauzionale e, pertanto, s’invita la popolazione a non creare allarmismi. L’Amministrazione comunale di Nocera Superiore sta monitorando costantemente la situazione a stretto contatto con le autorità preposte.

Si comunica che i cittadini di rientro da zone in cui sono stati accertati casi di Coronavirus (COVID-2019) e che abbiano o ritengono di aver avuto “contatto stretto” con il virus laddove per “contatto stretto” si intende:

 

  1. Operatore sanitario o altra persona impiegata nell’assistenza di un caso sospetto o confermato di COVID-19, o personale di laboratorio addetto al trattamento di campioni di SARS-CoV-2
  2. Essere stato a stretto contatto (faccia a faccia) o nello stesso ambiente chiuso con un caso sospetto o confermato di COVID-19
  3. Vivere nella stessa casa di un caso sospetto o confermato di COVID-19
  4. Aver viaggiato in aereo nella stessa fila o nelle due file antecedenti o successive di un caso sospetto o confermato di COVID-19, compagni di viaggio o persone addette all’assistenza, e membri dell’equipaggio addetti alla sezione dell’aereo dove il caso indice era seduto (qualora il caso indice abbia una sintomatologia grave od abbia effettuato spostamenti all’interno dell’aereo indicando una maggiore esposizione dei passeggeri, considerare come contatti stretti tutti i passeggeri seduti nella stessa sezione dell’aereo o in tutto l’aereo). Il collegamento epidemiologico può essere avvenuto entro un periodo di 14 giorni prima o dopo la manifestazione della malattia nel caso in esame

 

DOVRANNO ADOTTARE LE SEGUENTI MISURE:

  1. informare il Sindaco del comune
  2. contattare la polizia municipale allo 081.931677
  3. non recarsi presso il pronto soccorso
  4. contattare il numero verde regionale 800.90.96.99 attivo tutti i giorni dalle 8:00 alle 20:00
  5. restare a scopo precauzionale in auto isolamento fino a intervento del personale sanitario
  6. contattare il 118 per prima procedura di triage telefonico