«La battaglia contro l’amianto, intrapresa sin dal lontano 2013, non deve fermarsi» è il monito di Tonia Lanzetta, consigliere comunale di Nocera Inferiore.

«Dopo i primi interventi, finalmente è in corso una selezione di operatori che possano verificare l’ottemperanza delle prescrizioni contenute nelle ordinanze dirigenziali, si tratta di un flebile segnale di attenzione al problema dell’amianto in Città», continua il consigliere comunale di opposizione Tonia Lanzetta.

«La problematica va affrontata nella sua complessità ponendo uno sguardo di attenzione alle strutture private ma anche a quelle pubbliche. – prosegue il consigliere comunale Tonia LanzettaTutto ciò è possibile attraverso una azione organica di censimento degli immobili pubblici che registrano la presenza di amianto e nella raccolta dei dati proveniente dalle verifiche dei privati».

«Tali azioni sono indispensabili per ottenere una mappatura della presenza dell’amianto nella nostra Città e dovranno essere parte integrante di un futuro piano comunale dell’amianto, ossia un piano di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica, non tralasciando la possibilità di partecipare al prossimo bando regionale in scadenza il prossimo 30 settembre per l’erogazione di contributi a beneficio di Enti pubblici per interventi di bonifica di materiali contenenti amianto».

«Pertanto, chiedo al Sindaco, di far partire il censimento dell’amianto in Città, che servirà come base di lavoro per programmare gli interventi necessari» conclude il consigliere comunale di opposizione Tonia Lanzetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA MN24