Nocera Inferiore, scontri tra ultras della Nocerina. Tre giovani in ospedale

Rissa tra due gruppi ultras della Nocerina al termine del match con il San Severo. Sugli episodi – ma mentre scriviamo l’attività di polizia è ancora in corso – stanno indagando gli agenti del commissariato di polizia agli ordini del vice questore Giuseppina Sessa, insieme ai carabinieri del reparto territoriale. I due gruppi si sarebbero scontrati una decina di minuti dopo il termine della partita, vinta dalla Nocerina per una rete a zero. Stando ai bene informati, un primo contatto si sarebbe registrato nei pressi dell’ospedale Umberto I. Il motivo sarebbe riconducibile – sempre secondo chi conduce le indagini – al ritorno di una frangia di tifosi in curva, che durante il campionato scorso aveva disertato il San Francesco in opposizione al nome della squadra, “Città di Nocera”. Gli inquirenti pensano all’ipotesi che il tutto fosse premeditato. Dopo un primo contatto, gli scontri sarebbero continuati anche in altre zone della città, sempre lungo la strada che porta allo stadio. Lo schieramento delle forze dell’ordine è stato massiccio, con diversi blindati della polizia e un numero considerevole di agenti pronti ad intervenire Il primo bollettino parla di tre giovani finiti in ospedale, a seguito di diverse contusioni. Le ferite, tuttavia, non sarebbero preoccupanti. Le forze dell’ordine stanno pattugliando alcune strade sensibili, in considerazione dell’entità degli scontri consumati poco prima. Alcuni cittadini, non interessati dagli eventi e di passaggio, avrebbero riferito anche di qualche giovane armato di mazze