Nocera Inferiore, questione tumori, parla D’Angelo

Sulla questione Tumori a Nocera e dintorni, interviene anche Gino D’Angelo, presidente dell’Amdot cittadina, l’associazione dei trapiantati d’organo.  Apprendiamo di dati, se pur parziali, di enorme rilievo e preoccupazione per le nostre comunità, dati che lasciano intendere, al di là delle varie interpretazioni, come l’inquinamento dell’acqua e dell’aria condizioni in maniera corposa le aspettative e la qualità di vita della nostra gente. Le associazioni, le nostra tra queste, hanno il compito di sollecitare, assieme ai singoli cittadini, le istituzioni comunali, provinciali, regionali e nazionali. A Nocera Inferiore, le situazioni di pericolo sono tante. I fiumi, i torrenti, gli scarichi, lo smog ma aggiungerei anche vicende trascurate, ad esempio l’elevato rischio rappresentato da un’attività come la Samace ancora presente sul territorio, proprio difronte all’ospedale. A Pagani, esiste un ottimo polo oncologico ma va potenziato e reso efficiente al massimo. Però quando si parla di tumori, al di là di stili di vita e alimentazione e al di là delle cure post diagnosi, bisogna assolutamente tenere conto da come e cosa respiriamo, i dati peraltro confermano, sono inoppugnabili.