Fervono i preparativi a Piedimonte per l’“albero della speranza” e per un Natale creativo con materiali di riciclo, nel totale rispetto delle vigenti disposizioni normative anti-contagio da Covid-19.

Parte, dunque, da questo popoloso quartiere di periferia un messaggio di speranza per tutta la comunità nocerina in occasione delle imminenti festività natalizie e di buon auspicio per il nuovo anno che verrà.

È emozionante constatare – soprattutto per chi vive in quel quartiere – l’abnegazione e l’attaccamento propositivo al proprio territorio dei giovani volontari delle associazioni “La Piazzetta” e “Ben-Evento Toyland” che, in particolare negli ultimi anni, animano e rivitalizzano sempre più la Piazzetta Arcadio Siciliano e, più in generale, lo storico quartiere ubicato ai piedi della collina di Sant’Andrea, sotto l’egida del Castello del Parco.

Nelle ultime ore, infatti, sono stati definiti gli ultimi dettagli logistici di quest’opera d’arte, uno spettacolare albero di Natale realizzato con bottiglie verdi di plastica riciclate (nella foto) che nei prossimi giorni verrà installata nella piazzetta adiacente alla Cappella di San Lorenzo e nei pressi del Crocifisso.

Un’azione di sensibilizzazione civica, nell’intento degli instancabili promotori, dal duplice significato: emotivo perché dev’essere da monito per riflettere e per ritrovare la bellezza dell’umiltà; e sia sotto l’aspetto ecologico affinché si tuteli e si rispetti sempre l’ambiente e si incentivi ancora di più la raccolta differenziata e il riutilizzo intelligente e creativo dei materiali.

«La promessa è stata mantenuta: il quartiere Piedimonte, unito più che mai, ha dato vita all’albero della speranza. – dichiara Angela Benevento, deus ex machina della lodevole iniziativa – Ringraziamo tutti i bimbi della comunità nocerina che si sono impegnati nel raccogliere ben 700 bottiglie, ognuna delle quali rappresenta un desiderio da avverare».

Gli organizzatori, in virtù del particolare momento che stiamo vivendo, sottolineano l’intento sociale della composizione ecosostenibile. «L’albero della speranza della città di Nocera Inferiore non è un momento di festa, piuttosto di riflessione verso un mondo migliore. È il nostro impegno, tangibile, affinché possiamo essere anche tutti noi persone più umili, sensibili, prendendo esempio dai nostri bambini. – precisa, infine, Angela Benevento – Grazie Nocera, grazie Piedimonte!».

È da queste indispensabili e peculiari attività, frutto del ritrovato e rinnovato senso civico dei residenti, che passa inevitabilmente la valorizzazione di un quartiere che dimostra, quotidianamente, il proprio riscatto sociale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA MN24