Nocera Inferiore, messa con l’Unitalsi in una giornata speciale

11 febbraio, edizione numero XXIII della Giornata Mondiale del Malato. A Santa Monica, stasera, messa particolare, con partecipazione dell’Unitalsi di Nocera Inferiore. Il pellegrinaggio è il cuore dell’Unitalsi. Lourdes con la grotta di Massabielle, in particolare, sono la genesi della storia di carità e di servizio che anima la missione dell’Associazione sin dal 1903. 116 anni fa il giovane nobile Giovanni Battista Tomassi, affetto da artrite deformante irreversibile, decise di dare vita all’Unitalsi, dopo aver preso parte ad un pellegrinaggio a Lourdes e capito, pur non avendo ottenuto alcuna guarigione, l’importanza del messaggio mariano di conforto e speranza per chi soffre. I volontari accompagnano i malati e i sofferenti nel cammino di speranza, a volte di guarigione, spesso di preghiera. A partire dall’11 febbraio 1993, la memoria liturgica della Madonna di Lourdes ha assunto anche il carattere di “momento speciale di preghiera e di condivisione, di offerta della sofferenza”. A Papa Giovanni Paolo II, era stato diagnosticato il morbo di Parkinson due anni prima ed è significativo che abbia deciso di creare una Giornata mondiale del malato.