Nocera Inferiore, la storia di un cane che valica i confini…

Torre Annunziata, via Castriota: un cane randagio di colore nero si trascina una massa di quasi un chilo che pende dal ventre: è un grosso tumore cresciuto nel tempo.

Qualche animalista ha tentato di prenderlo per farlo visitare da un veterinario ma, a quanto pare, il cane sarebbe inavvicinabile. Qualcun altro, invece, afferma che date le grosse dimensioni della massa tumorale.

Accade però che una volontaria di Cava de’ Tirreni, Teresa Salzano, informata del fatto da alcuni animalisti di Torre Annunziata, decide di aiutare questo povero animale. Armata di pazienza e di buona volontà, individua il cane e riesce, dopo vari tentativi, ad accalappiarlo. Poi lo conduce presso l’Associazione Zoofila Nocerina di Nocera inferiore, di Gianna Senatore,  che si avvale di un equipe di veterinari molto qualificati. Il cane viene così operato, l’intervento va a buon fine ed attualmente si trova in convalescenza presso il canile dell’Associazione.