Nocera Inferiore, la pioggia non ferma la cena “in bianco”

Nonostante le condizioni meteo, buona risposta all'evento approdato per la prima volta nel cuore della movida nocerina

Nocera Inferiore cena “in bianco”, replicando l’evento nato quattro anni fa a Torino (ma di stampo francese) e già sperimentato nel vicino comune di Sarno. Ieri sera, intorno alle 18.30, la centralissima Piazza del Corso ha fatto da teatro per la curiosa iniziativa organizzata dall’associazione culturale “Tabik”. Un successo di pubblico – quasi un centinaio i partecipanti – nonostante la pioggia venuta giù nel cuore della serata. Una cena all’aperto, dai tratti sobri ed eleganti, così come il colore che la caratterizzava: il bianco. Poche e semplici regole, per un evento “diverso”, che si candida a essere bissato in un futuro prossimo. Per chi voleva partecipare, bastava portare tavolo e sedie da casa (ma con l’opzione di prenotare il tutto già giorni prima) ed usufruire di un menù fisso messo a disposizione dagli organizzatori. Accessori, tra tovaglie, cesti e borse, rigorosamente in bianco. Così come gli indumenti dei commensali. Una scenografia balzata subito all’occhio dei tanti curiosi accorsi per partecipare, o anche solo per assistere all’evento. Intere tavolate di famiglie, amici e conoscenti uno di fianco all’altra, itutti mpegnati a consumare la cena nell’ora stabilita. Questo recitava il piccolo manifesto degli organizzatori, che si sono premuniti più volte affinchè tutti cominciassero nell’orario scelto per l’occasione. Il tutto preannunciato da uno sventolio coordinato di tovaglioli

CENA 3

Educazione, Etica, Estetica, Eleganza ed Ecologia. Cinque parole chiave a regolare la serata, terminata sfortunatamente al di sotto dei porticati di Piazza del Corso, la quale ha già ampiamente sostituito per caratteristiche e intrattenimento la vicina piazza Diaz. Intorno alle 22.30, infatti, la pioggia è venuta giù, costringendo i partecipanti a spostarsi al riparo e a terminare la cena. Pur con qualche disagio, dovuto al poco spazio che è bastato comunque a contenere i tavoli, nessuno dei partecipanti si è dato per vinto. Ad intrattenere l’evento musica dal vivo. Al termine della serata, ognuno dei commensali ha provveduto a sparecchiare e riporre il tutto in un sacchetto, portato da casa, così come richiedeva l’organizzazione. Un buon risultato quello registrato per la “White Dinner”, forte di un passaparola sviluppatosi nei giorni scorsi sui social network, oltre che dalla tanta curiosità di chi ha voluto esserci a ogni costo. Una buona cartolina per Nocera Inferiore, dove la tradizione italiana dello “stare a tavola” si è arricchita di momenti di piacere e divertimento grazie ai tanti partecipanti.