Nocera Inferiore. La città si sveglia con i marciapiedi invasi dai sacchetti

A Nocera, negli ultimi giorni, le strade sono invase da rifiuti: la situazione che si registra dimostra non solo disservizi e inciviltà (in alcune zone i residenti non rispettano le modalità del calendario di conferimento), ma anche problematiche sulle operazioni di raccolta dei rifiuti. In questi giorni il caldo torrido, rilascia un cattivissimo odore, che rende l’aria “irrespirabile”. Uno spettacolo sicuramente non edificante per il decoro della via a due passi dal centro.

Dopo l’ aumento di circa 100.000 euro previsto per la tassa sui rifiuti che i cittadini di Nocera Inferiore dovranno pagare sia per le utenze domestiche che quelle non domestiche. Un rincaro che riguarda 15000 utenti che meglio dovranno pagare i 20 euro in più l’anno. La maggiorazione è stata approvata per il 2018. A causare l’innalzamenti della tariffa è stato il mancato raggiungimento dell’obiettivo previsto dall’Amministrazione comunale che immaginava di ricavare 650.000 euro dalla raccolta differenziata e invece ne ha ricavato soltanto 450.000 euro.

Intanto, però, i cittadini si sfogano sui social e, senza andare molto lontano, pubblicano decine di foto, che immortalano il disastro. Una città ostaggio dai sacchi di rifiuti.

È allarme igienico-sanitario, l’immondizia che si accumula agli angoli di strade e piazze, c’è anche il problema dei topi e degli scarafaggi, un’emergenza nell’emergenza?