Nocera Inferiore. L’ospedale Umberto I cantiere aperto, tra opere da rimodulare e reparti rinnovati

E’ un cantiere aperto l’ospedale nocerino Umberto I, il più grande dell’Asl Salerno, con lavori in dirittura d’arrivo ma altri fermi al palo. Da anni.

E iniziamo il tour proprio da quei locali che si incendiarono sette anni fa circa, al quarto piano, e oggi rimasti chiusi, ancora inutilizzati. Ma c’è di peggio. Le prove di carico non hanno dato esito positivo, anzi. Le necessarie prove strutturali al soffitto hanno evidenziato la necessità di intervenire – e subito – per evitare cedimenti. Insomma, metterci mano non sarà facile, soprattutto sotto il profilo economico.

I cantieri che sono in dirittura d’arrivo, invece, sono molti. Partiamo dalla Rianimazione, rinnovata interamente. Tutto nuovo, tutto. Lo stesso ingresso si sdoppierà consentendo al malato di arrivare direttamente in reparto, bypassando il corridoio interno, usufruendo dell’area parcheggio-ambulanze. Il taglio del nastro sarebbe dietro l’angolo.

Buone nuove anche per i locali della Dialisi, posti alle spalle del nosocomio. Una attività incessante che rinnova la disposizione dell’Unità.

Avrà una faccia nuova anche Medicina il cui corridoio aperto al pubblico presenta già una nuova illuminazione. L’interno, luminoso e ampio, presenta una generale rivisitazione dei locali. Queste le attività in consegna.

Dietro l’angolo, l’inizio dei lavori per l’OBI (Osservazione Breve Intensiva) per la quale sono stati ipotizzati otto posti letto. Lo stesso Pronto soccorso ha ampliato i locali, non quelli emergenziali, ma spazi destinati al personale, più accoglienti ed ampi. La cartellonistica, nuova e colorata, sta facendo capolino in tutti i piani. La facciata principale e lo stesso nome dell’ospedale sono state già rinnovate.

Insomma, si lavora. Con un occhio anche alle barelle che come si evince dalla foto qui in basso, capita di vederle girare con catetere annesso ma usato a mo’ di elastico.