Nocera Inferiore: il topo vuole arredarsi in pieno centro

Non è un rattuso, è proprio un ratto. Nu ver figl e… Via Matteotti, nei pressi di una delle vetrine espositive compare lo sgradito ospite in pieno giorno. La Ztl, il salotto buono mai decollato, i commercianti costretti a salassi e battaglie. Poi all’improvviso arriva il topo e fa capire che il degrado si è impadroniti della zona vicina alla piazza che qualcuno sindaco fa battezzò dei Grandi Eventi. Trovare le responsabilità di tutto questo? Fate voi, ma bisogna intervenire, ora il pericolo è di dimensioni più grandi delle già fastidiose zanzare. Disinfettare, sanificare e tanto altro occorre, anche delle parti dove abitano famiglie ormai anziane della Nocera bene, dove dimorano tanti avvocati, medici e commercialisti da studio, dove tradizionalmente vivono monache e anziani assisti, dove c’è traccia di una movidina, dove gli anziani occupano le panchine e i ragazzini trasformano la zona in una continua pista ciclabile non ciclabile e in un campo di pallone senza campo. Poveri commercianti, tra di loro c’è chi lotta ed evidenzia problemi ogni giorno. Intervenire una volta su una problematica più ampia di topo e toponomastica? Volontà politica, compattezza di commercianti e cittadini: è lecito sperare in tutto questo?