Nocera Inferiore. Il 27 gennaio è ancora Natale: luci accesi.

smart

L’antica tradizione cristiana vuole che il 2 febbraio, giorno della Candelora, segni la fine ufficiale del periodo natalizio. Candelora deriva da “Festum candelarum”, ovvero la festa delle candele, giorno in cui la Chiesa celebra la Purificazione di Maria Vergine e la presentazione di Gesù al tempio, avvenuta 40 giorni dopo il 25 dicembre.

A suggello di questa tradizione c’è lo smontaggio del presepe, evento che si verifica per lo più nelle chiese, a differenza della maggior parte delle case in cui pastorelli, pecore, falegnami, angeli, re magi e la Sacra Famiglia si congedano subito dopo l’Epifania. Infatti è consuetudine nella case nocerine e di tutta Italia, riporre tutto nei cartoni il 7 gennaio.

Con il presepe, vanno via anche l’albero, le luci, gli addobbi a tema natalizio. Lo stesso avviene, nel giro di qualche giorno, nelle città. Ma c’è una eccezione. Già. Perché facendo un giro per Nocera Inferiore, si respira ancora l’aria natalizia.