Nocera Inferiore, Giovani Laureati si presentano, ricompare Piccolo

Il cavedano dell’Ombrone o Cavedano etrusco (Squalius lucumonis Bianco) è un pesce appartenente alla famiglia dei Ciprinidi.Questa specie da molti ittiologi è considerata solo un morfotipo del cavedano comune (Squalius cephalus o Squalius squalus). È molto simile al comune cavedano ma presenta le seguenti differenze: corpo più alto, testa più tozza, distanza maggiore tra apice del muso e pinna dorsale, alcuni punti scuri sul margine esterno delle scaglie, La specie è endemica del territorio italiano e più in particolare del bacino dei fiumi Serchio, Arno (tratto superiore), Ombrone, Tevere (tratto a monte di Umbertide), oltre agli affluenti e ad alcuni corsi d’acqua minori.Vive di preferenza in piccoli corsi d’acqua, con acque poco profonde, corrente viva e fondi sabbiosi o ghiaiosi, preferendo la confluenza tra gli affluenti ed il corso principale. Di questo e altro ha parlato il giovane laureato Giovanni Petrosino, che ha illustrato la sua tesi alla Biblioteca Pucci nel solco di una bella iniziativa che ha preso il via da questi anni, cioè Giovani laureati si presentano, tesi di laurea magistrale in EcoBiologia dal titolo Filogeografia di Squalius lucumonis, un ciprinide endemico dell’Italia Centrale. Da notare la presenza al tavolo degli intervenuti di Federico Piccolo, nella primissima uscita pubblica da quando non ricopre la carica di assessore all’ambiente.