Nocera Inferiore, Forza Italia, quella vera, passa all’attacco

Nuovi scenari politici prefigurati da Lello Buonfiglio di Forza Italia nell’affondo contro l’amministrazione in carica:”Apprezzabile l’intervento del Sindaco Torquato in occasione dell’incontro sulle sorti dell’Ospedale. Non è sfuggito il piglio fiero, deciso a difendere con orgoglio l’autonomia della nostra terra, a rimarcare con fierezza la necessità di dover decidere le sorti delle nostre comunità fuori da ogni incipit esterno. Insomma il Torquato prima maniera che aveva scaldato i cuori dei nocerini che lo hanno scelto come Sindaco della nostra Città, che pure io ho sostenuto nel 2012: il Torquato libero da vincoli di appartenenza politica. Non mi ha convinto l’entrata nella coalizione del Pd nel 2017 ed ho fatto la mia scelta. Oggi, alla luce dei risultati non sono affatto pentito, anzi, i fatti dimostrano chiaramente che il progetto torquatiano della prima ora era solo un sogno. La realtà, purtroppo, è tutt’altra……. è una farsa! ”. Buonfiglio continua così:”Questa maggioranza definita civica con una spruzzata di sinistra e di destra, grazie ahimè, anche ad un esponente forzista, è solo un alibi per far finta di non aver deciso la propria collocazione politica che invece è chiara: stare dalla parte dei De Luca boys, tanto da indicare un proprio rappresentante all’elezioni del prossimo Consiglio provinciale, candidato nella lista Campania Libera, costola salernitana del PD. Così chi della maggioranza si professa di destra o anche civico, si allinea al potere dei rampolli del Governatore, riponendo le proprie aspirazioni alleandosi ai De Luca boys. L’unico risultato è, che alla fine, Nocera e il comprensorio tutto sarà ancora una volta penalizzato nelle scelte e nelle decisioni della Politica provinciale e Regionale. Altro che autonomia e fierezza riconosciuta nell’intervento e nelle posizioni assunte nei giorni scorsi dal Sindaco e mal tollerate dagli uomini del PD. Altro che un Torquato prima maniera, trattasi di un ritorno a un passato remoto, conoscendo le dinamiche e i rapporti alla base di tale scelta “infausta”. Credo sia il caso, quindi, di gettare giù la maschera, tanto è chiaro cosa nasconde! Nello stesso momento faccio appello, quindi, a chi si sente e si dichiara di far parte di forze politiche del centrodestra, lasciando perdere magari gli strateghi improvvisati e mascherati, di caratterizzare questa sensibilità rivendicando la propria identità politica, facendo prevalere effettivamente la propria autonomia e sovranità territoriale e senza sottostare a input esterni, ricercare responsabilmente le ragioni per provare a fare sintesi su una candidatura unitaria del Centro destra, da contrapporsi “nei fatti” allo strapotere DeLuchiano e dei suoi boys, che nulla ha prodotto per le nostre comunità. Anzi no, in qualche caso, ha prodotto….: <<le comiche finali>>. E’ il caso del comunicato sulla questione dei rifiuti del segretario cittadino del Pd nocerino, che pur di effettuare una chiara difesa d’ufficio ingenuamente ha finito di toppare. Ha lanciato siluri all’assessore all’ambiente, quindi, all’amministrazione torquato, dimenticando di far parte della stessa maggioranza con quattro consiglieri e due assessori, dimenticando, soprattutto, che la gestione dei rifiuti sia provinciale che regionale, cosi come altri enti deputati sono a totale gestione PD. E se anche fosse, comunque, solo colpa dell’amministrazione Torquato, non capisco perché fu proprio Scarfò, quale segretario cittadino e quindi in nome del Pd, che si oppose fermamente qualche mese fa, quando il sindaco apri una crisi per una rilancio dell’amministrazione che passasse attraverso una ricomposizione della giunta….no forse mi sbaglio, già allora era semplicemente una farsa.